Visit Page
Salta al contenuto

Amsterdam, itinerario a piedi: Museumplein, Vondelpark e il Jordaan

Amsterdam è una città raccolta e facilmente visitabile a piedi se si ha voglia di macinare qualche chilometro con le proprie gambe. La cosa migliore da fare, secondo me, è quella di creare degli itinerari sulla base delle aree geografiche: il primo giorno consiglio di vedere l’ovest, quello successivo il centro e quello dopo ancora l’est.

Il mio primo giorno ad Amsterdam l’ho dedicato alla zona occidentale, in particolare ai quartieri di Oud Zuid (dove si trova Museumplein), Vondelpark e Jordaan, ed è quella che mi ha colpito di più e che mi è rimasta maggiormente nel cuore.

Mi sono svegliata di prima mattina con un bellissimo sole splendente e nemmeno una nuvola all’orizzonte, prontissima per esplorare una capitale che sognavo di vedere da una vita.

Sono arrivata a Museumplein – il quartiere dei musei – alle 9 in punto e nella piazza c’eravamo solo noi e qualche ragazza che faceva jogging con un bicchiere di cartone colmo di cappuccino fumante nella mano destra e uno smartphone con cuffiette in quella sinistra. Un’oasi di tranquillità, di pace, di relax.

Abbiamo deciso di fare colazione in un piccolo bar, il Kiosk Rembrandt Van Gogh, affacciato proprio su questa piazza: muffin al cioccolato per me e the caldo nel bicchiere di cartone per entrambi, per un totale di 7,40 euro. Per maggiori informazioni sui luoghi dove ho mangiato ti invito a leggere (o rileggere) questo post.

Kiosk Rembrandt Van Gogh Amsterdam

 

COSA VEDERE AD AMSTERDAM: IL VAN GOGH MUSEUM

La prima tappa della giornata è stato il Van Gogh Museum, ovvero ciò che desideravo vedere più di ogni altra cosa. Non so descrivere la mia emozione nel visitare questo luogo dato che è un museo totalmente dedicato ad uno dei miei artisti preferiti. Leggendo vari articoli sul web ero pronta al peggio, invece non abbiamo trovato neanche mezzo minuto di fila: come avevo già preannunciato abbiamo deciso di acquistare la I Amsterdam City Card che offre l’ingresso gratuito in questa attrazione e, nel caso ci sia molta gente in attesa, si ha diritto ad usufruire di una cassa dedicata esclusivamente ai possessori di tessere turistiche.

Van Gogh Museum Amsterdam

Noi abbiamo deciso di acquistare l’audioguida in italiano ad un prezzo di 5 euro ed io sono stata veramente contentissima di aver fatto questa scelta: le tracce erano coinvolgenti, a tratti divertenti e riuscivano a tenere alta l’attenzione (io spesso mi perdo quando ascolto le guide mentre questa era veramente ben fatta). Si possono scegliere due modalità: il percorso prestabilito con i quadri principali, della durata di circa 45 minuti, oppure c’è la possibilità di inserire manualmente il numerino dell’opera che si ha di fronte e di ascoltare di volta in volta la spiegazione. Noi abbiamo scelto questa seconda strada e siamo rimasti soddisfatti: in ogni caso non ti preoccupare, puoi passare da una modalità all’altra in qualsiasi momento. La nostra visita è durata circa due ore e mezza e la mattinata è letteralmente volata via.

Questo luogo è un vero e proprio viaggio tra le opere e la vita di Van Gogh, dove si percepiscono chiaramente i suoi momenti bui e quelli più felici attraverso i soggetti, gli stili e i colori: è stato inaugurato nel 1973 e contiene 200 dipinti e 500 disegni.

All’interno del museo è severamente vietato scattare fotografie, c’è solo un’area predisposta dove è possibile scattarne una con una gigantografia dell’Autoritratto dell’artista come sfondo.

Van Gogh Museum Amsterdam

Il Van Gogh Museum si trova in Museumplein, 6 ed è composto da due edifici – all’apparenza indipendenti – collegati tra loro da un’ampia sala sotterranea. Per conoscere gli orari di apertura clicca qui, per conoscere le tariffe clicca qui. L’ingresso è gratuito con I Amsterdam City Card, Holland Pass (biglietto oro) e Museumkaart (con il quale si salta anche la fila). Ti consiglio di arrivare la mattina presto come abbiamo fatto noi se sei in possesso di una tessera turistica oppure di acquistare il tuo biglietto online (senza sovrapprezzo) tramite questo link se desideri comprarlo singolarmente.

Aggiornamento 2018: è possibile prenotare i biglietti online anche per i possessori di I Amsterdam City Card  tramite il sito ufficiale.

 

COSA VEDERE AD AMSTERDAM: IL RIJKSMUSEUM AMSTERDAM

Il Rijksmuseum Amsterdam (in italiano Museo Statale di Amsterdam) è il più importante museo d’arte dei Paesi Bassi e si trova a due passi da quello di Van Gogh (quindi anch’esso è affacciato su Museumplein).

 Rijksmuseum Amsterdam

Davanti alla facciata principale del palazzo che lo ospita si trova la celeberrima scritta rossa e bianca I Amsterdam, che avrai visto un milione di volte: questa scultura è una vera e propria attrazione in quanto un sacco di turisti fanno la fila impazienti che arrivi il proprio turno per aggiudicarsi una letterona (alta circa 2 metri) tutta per sé da scalare. Non possono di certo mancare gli artisti che fanno salti e capriole da una lettera all’altra.

I Amsterdam Rijksmuseum

Tornando al Rijksmuseum, noi lo abbiamo visitato all’ora di pranzo sperando di evitare la ressa, ed infatti non abbiamo incontrato ostacoli. Lo dico in tutta sincerità, esso ha deluso un po’ le mie aspettative: le opere al suo interno sono meravigliose, nulla da dire, ma la struttura del museo lascia molto a desiderare (è stato inaugurato nel 2013 dopo anni e anni di ristrutturazione quindi lo aspettavo molto più intuitivo). La mia difficoltà è stata proprio quella dell’orientamento dato che ci sono 4 piani e ognuno è diviso in ala est e ala ovest (solo al piano terra e al secondo piano le due parti sono collegate tra loro). Le indicazioni sono scarsissime e dopo un po’ ti stanchi di passare tutto il tempo tra scale e ascensori, tentando la fortuna e sperando di aver preso effettivamente quello giusto, quindi esasperato abbandoni.

Il mio consiglio è quello di visitare il secondo piano, che ospita i pezzi forti della collezione quali La Lattaia di Vermeer e la Ronda di Notte di Rembrandt e l’ala est del primo piano, dove si trovano alcuni quadri di Van Gogh e una meravigliosa biblioteca che vale veramente la pena di vedere.

 Rijksmuseum Amsterdam Lattaia Vermeer

 Rijksmuseum Amsterdam Ronda di Notte Rembrandt

 Rijksmuseum Amsterdam Van Gogh Ritratto

Il Rijksmuseum si trova in Museumplein, 1. Per informazioni sugli orari di apertura e sulle tariffe clicca qui. Con I Amsterdam City Card si ha diritto ad uno sconto di 2,50 euro sul biglietto e quindi si paga 15 euro anziché 17,50 euro. Se vuoi avere un’audioguida (io non l’ho presa), è possibile scaricare gratuitamente dall’App Store o da Google Play l’applicazione ufficiale del museo (è disponibile il Wi-Fi); per approfondire l’argomento clicca qui.

 

COSA VISITARE AD AMSTERDAM: VONDELPARK

Usciti dal museo ci troviamo sopra di noi un cielo sempre più azzurro e un sole sempre più caldo, quindi decidiamo di riposarci un po’ nel polmone verde della città, Vondelpark, poco distante. Questo parco è stata una scelta azzeccatissima per rilassarci: sentieri nel verde, panchine all’ombra e romanticissimi laghetti.

Vondelpark Amsterdam

Abbiamo pranzato con un hot dog a testa acquistato in uno degli appositi furgoncini rossi che ci sono sparsi per l’area e lo abbiamo gustato seduti all’ombra di una panchina posta sulla riva di un laghetto (se sei interessato a saperne di più sui luoghi in cui ho mangiato clicca qui).

Hot dog a Vondelpark

Uscendo dall’ingresso principale di Vondelpark e attraversando prima la strada e poi il canale si trova l’Hard Rock Cafè, tappa imperdibile per i collezionisti di magliette come la sottoscritta.

Uscendo dalla piazzetta che ospita il locale americano e girando a sinistra su Kleine-Gartmanplantsoen si arriva in Leidseplein, una zona veramente piena di vita e di intrattenimento. Da qui, voltando a destra su Leidsestraat e poi a sinistra su Prinsengracht, capirai di essere veramente ad Amsterdam.

In questo momento comincerai a vedere canali, ponti, casette strette e alte, biciclette a velocità improbabili e tutto quello che ti aspetti di incontrare in questa città.

Jordaan Amsterdam

 

COSA VEDERE AD AMSTERDAM: L’HOUSEBOAT MUSEUM

Lungo Prinsengracht si trova l’Houseboat Museum, allestito proprio all’interno di un’houseboat del 1914 che mostra al visitatore com’è vivere sull’acqua.

Houseboat Museum Amsterdam

La casa galleggiante consta di diversi ambienti: cucina, salotto e soggiorno, zona notte e bagno tutti arredati; inoltre, vi è un’area predisposta alla proiezione di un filmato.

Houseboat Museum Amsterdam

Io ho trovato questa visita molto carina ed interessante, inoltre il custode del museo ti fornisce appena entri una piccola guida dettagliata sulle singole stanze (disponibile anche in italiano). Le fotografie sono ammesse.

L’Houseboat Museum si trova in Prinsengracht di fronte al civico 296 (sul canale). Per maggiori informazioni su tariffe e orari di apertura clicca qui. L’ingresso è gratuito per i possessori di I Amsterdam City Card.

 

COSA VEDERE AD AMSTERDAM: LA CASA DI ANNA FRANK

Prosegui sulla stessa via e, attraversando uno dei numerosi ponti, troverai alla tua destra l’Anne Frank Huis, ovvero la casa dove, durante la seconda guerra mondiale, una giovane di nome Anne è rimasta nascosta per due anni assieme alla sua famiglia e ad altri amici per sfuggire alla deportazione nazista. Ella è divenuta celebre in tutto il mondo dopo che il padre, unico sopravvissuto, ha fatto pubblicare il suo diario segreto.

Casa di Anna Frank Amsterdam

Il percorso è, a mio avviso, fatto molto bene: è possibile ascoltare la maggior parte dei filmati anche in italiano, selezionando la lingua tramite appositi apparecchi. Una parte è un vero e proprio museo, l’altra parte comprende le camere della Casa sul retro dove vivevano i Frank: a me ha rattristato moltissimo quest’ultima parte, con la cameretta di Anne e le tende scure alle finestre che non potevano essere mai spostate. Nella sala finale si trova il diario originale.

La storia è veramente tristissima perché questa ragazza è morta poche settimane prima della liberazione del campo in cui si trovava. A me vengono i brividi al solo pensiero e consiglio assolutamente di dedicare un po’ di tempo a questa visita perché ne vale veramente la pena.

Per quanto riguarda la fila per l’ingresso, io sono arrivata alle 15.30 circa e ho fatto solo mezz’ora, tra l’altro non troppo noiosa grazie al Wi-Fi messo a disposizione dal museo. Dal 1° maggio 2016 cambieranno le modalità di visita: dalle 9 alle 15.30 possono entrare solo coloro che hanno prenotato il biglietto online tramite questo sito, dalle 15.30 in poi l’ingresso è consentito a coloro che non hanno la prenotazione; per maggiori informazioni clicca qui.

L’Anne Frank Huis si trova in Prinsengracht, 263-267. Per informazioni su orari di apertura e tariffe clicca qui. L’I Amsterdam City Card non è valida per questa attrazione.

 

COSA VEDERE AD AMSTERDAM: L’AMSTERDAM TULIP MUSEUM

Se ti rimane tempo, ti consiglio di visitare il Tulip Museum che si trova dalla parte opposta del canale rispetto alla Casa di Anna Frank.

Amsterdam Tulip Museum

Questo museo, interamente dedicato ai tulipani, è piccolino ma molto interessante se si vuole conoscere il motivo per cui questi fiori sono così presenti in Olanda: nel percorso di visita ci sono due filmati (solo in lingua inglese) e varie illustrazioni dove viene spiegata l’importanza che essi hanno nell’economia del Paese. All’uscita, invece, c’è un profumatissimo negozio che vende ogni sorta di oggetto riguardante il mondo dei tulipani.

Amsterdam Tulip Museum

Il Tulip Museum si trova in Prinsengracht, 116 ed è aperto tutti i giorni. Per maggiori informazioni sulle tariffe e sugli orari clicca qui. L’ingresso è gratuito con I Amsterdam City Card.

 

COSA VEDERE AD AMSTERDAM: IL JORDAAN

Il Jordaan è il mio quartiere preferito di Amsterdam: lo trovo incredibilmente romantico e qui c’è proprio tutto quello che mi aspettavo da questa città. Io ti consiglio di visitarlo al tramonto, addentrandoti tra i suoi vicoli, costeggiando i suoi canali e attraversando i suoi ponti che fungono da portabiciclette e sono perfetti così.

Jordaan Amsterdam

Jordaan Amsterdam

E poi ci sono gli alberi, che con i loro lunghi rami creano una cornice ideale per questo scenario da favola, un quadro che vorresti portare a casa e appendere alla parete più grande che hai. Ti suggerisco di cominciare da Egelantiersgracht e poi di continuare seguendo il tuo istinto, assaporando la magia che questo quartiere sa sprigionare.

Jordaan Amsterdam

Jordaan Amsterdam

La sera, dopo aver curiosato tra i menù di tutti i ristoranti in zona ci siamo ritrovati in Leidsekruisstraat e, scoraggiati dal costo di quel paio di locali olandesi che abbiamo incrociato lungo il nostro cammino, siamo entrati Da Peppino, un ristorante italiano sulla carta ma tutt’altro nella pratica. Abbiamo preso due pizze, un dolce, Coca-Cola e acqua per un totale di 31 euro. Lo sconsiglio per la qualità del cibo (dopo aver mangiato ho capito il perché dei prezzi bassi rispetto ai vicini).

L’itinerario del nostro primo giorno ad Amsterdam termina qui, ti lascio una mappa con le attrazioni che ho citato in questo post (per visualizzare il nome dei luoghi di interesse clicca sul simbolo in alto a sinistra, per regolare lo zoom clicca + e -).

 

INFORMAZIONI UTILI E SUGGERIMENTI

  • Per trovare il mezzo di trasporto più comodo per raggiungere Museumplein dal tuo hotel e per tornare all’hotel dopo aver visitato il Jordaan ti consiglio di consultare il mio articolo che parla proprio di come muoversi in città.
  • Questo itinerario è consigliabile per le giornate diverse dal venerdì, sabato e domenica in quanto comprende le attrazioni più affollate della città. Io l’ho effettuato di giovedì ed è andato tutto a meraviglia.
  • La lunghezza di questo itinerario, partendo dal Van Gogh Museum e arrivando al Jordaan è di circa 3 chilometri in totale ed è consigliato per una giornata intera.

Se hai altri dubbi scrivimi pure un commento qui sotto, sarò felice di risponderti!

 

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

 

 

Commenti

  1. Tra circa un mesetto sarò ad Amsterdam, superfluo dire che non vedo l’ora di immergermi in quella atmosfera. Tra casette, canali, bici (ci provo a fare un tour senza cadere 😉 Vorrei anche fare un giro in battello lungo l’Amstel la sera al tramonto, per vedere la città dal fiume.
    Grazie per gli ottimi consigli.
    Monica I Viaggi di Monique

    • Ciao Monica, grazie a te per il commento e per essere passata 🙂
      Sono contentissima che tu possa visitarla prestissimo, anche io avevo provato a fare la crociera sui canali al tramonto ma purtroppo il tempo non è stato dei migliori quindi il cielo è rimasto grigio per tutto il giorno! Spero tu sia più fortunata di me! Buon viaggio 🙂

  2. Francesca Francesca

    Grazie davvero. Non vedo l’ora di visitarla a settembre. L’unica preoccupazione per ora è l’appartamento. Vorrei fosse centrale ed economico. Vedremo. Un saluto.

    • Ciao Francesca, grazie a te del commento e di essere passata! Effettivamente l’alloggio è un bel punto critico nell’organizzazione di un viaggio ad Amsterdam, ti consiglio di prenotarlo il prima possibile, specialmente se vuoi un appartamento, perché i prezzi lievitano in fretta! 🙂

  3. Maria Grazia Maria Grazia

    Ciao Nicole il tuo sito è molto dettagliato….ad Amsterdam ci andrò nel mese di maggio,Non vedo l’ora di vedere questa capitale europea….Grazie delle informazioni mi sono state utili….

    • Ciao Maria Grazia, grazie di cuore per essere passata! Sono davvero felice di esserti stata d’aiuto, se hai bisogno di altre info scrivimi pure! Buon viaggio 🙂

  4. Pasqua Pasqua

    Ciao Nicole, grazie per tutte le info 🙂
    Sarò ad Amsterdam a breve e mi stavo informando sull’abbonamento da fare per i mezzi. Le opzioni sarebbero il biglietto per 4 giorni GVB a 22 euro, oppure l’Amsterdam travel ticket per 3 giorni a 26 euro, anche se poi resta scoperto un giorno, Per caso sai se nel primo è incluso il viaggio Schipol-centro? cosa mi consigli ? grazie mille 😉

    • Ciao Pasqua,
      grazie di cuore del commento.
      Nell’abbonamento GVB non sono compresi i treni e gli autobus Connexxion, che sono quelli che consentono di arrivare in centro dall’aeroporto. L’unico bus della GVB che parte dall’aeroporto è il numero 69 che però arriva fuori dal centro città. Io consiglio di fare l’abbonamento GVB e di acquistare a parte la tratta aeroporto-centro in treno.
      Buona giornata
      Nicole

  5. Liliana Napolitano Liliana Napolitano

    Ciao dove posso trovare gli itinerari degli altri giorni?
    La tua guida é utilissima

  6. laura laura

    Ciao Nicole,
    sarò ad Amsterdam a giugno e vorrei tanto visitare la casa di Anna Frank.
    E’ attualmente possibile fare la fila ed entrare comunque anche se non si è in possesso del biglietto on line?purtroppo i 3 giorni in cui sarò lì sono sold out!
    Grazie mille

    • Ciao Laura,
      grazie per il commento.
      La Casa di Anna Frank attualmente è visitabile solo per chi è in possesso di un biglietto acquistato online. Nella sezione FAQ del sito ufficiale c’è scritto che ogni giorno vengono rilasciati nuovi biglietti, magari torneranno disponibili per le date che ti interessano!
      In bocca al lupo
      Nicole

  7. Sonia Michelle Sonia Michelle

    Ciao Nicole,
    sono stata ad Amsterdam poche settimane fa ed ho organizzato il mio viaggio soprattutto grazie alle tue meravigliose guide!
    Con i tuoi consigli, sono riuscita a visitare tutto ciò che avevo inserito nel mio programma senza alcun intoppo e con quella buona dose di conoscenza che è necessaria per non sprecare neanche un minuto di un viaggio che è diventato davvero indimenticabile!
    Amsterdam è una città incredibile, ha superato ogni mia aspettative (e grazie al tuo blog le mie aspettative erano veramente alte!).
    Continua così 🙂

    Sonia, da Catania

    • Ciao Sonia,
      grazie di cuore per il commento. Sono veramente felice che i miei articoli ti siano stati utili e che durante il tuo viaggio ad Amsterdam sia andato tutto alla grande!
      Amsterdam è davvero una città magica, sono d’accordo con te.
      Un caro saluto
      Nicole

  8. Viola Viola

    L’itinerario è fatto benissimo ed è utilissimo. Vorrei chiederti alcune cose.
    Sei riuscita a fare tutto questo in un solo giorno?
    Quanto è durata la visita della casa di Anne Frank?
    Consigli il Rijskmuseum a bambini di 10-13 anni?
    grazie mille

    • Ciao Viola,
      grazie per il commento.
      Sì sì, questo è esattamente l’itinerario che ho seguito durante il mio primo giorno ad Amsterdam ed è fattibilissimo.
      La visita alla Casa di Anne Frank è durata un’ora abbondante.
      Il Rijskmuseum contiene opere meravigliose ma è organizzato molto molto male: ci vuole un po’ di pazienza per cercare di orientarsi ma secondo me ne vale la pena, anche per i ragazzi!
      Buon viaggio ad Amsterdam!
      Nicole

  9. Sara Sara

    Ciao Nicole, scusa ma quindi con la Amsterdam City Card posso entrare al Museo di Van Gogh semplicemente presentandomi con la Card o devo comunque prenotare qualcosa? Grazie mille per una tua gentile risposta. Sara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *