Visit Page
Salta al contenuto

Visitare il Parco Naturale dell’Albufera in barca e il Bioparc: cosa vedere nei dintorni di Valencia

Quello che sto per raccontarti è stato un giorno per me molto speciale: quello del mio decimo anniversario di fidanzamento con Matteo. Abbiamo deciso di partire per Valencia proprio per festeggiare questa ricorrenza, in modo che rimanesse per sempre dentro di noi un ricordo unico. Ho scelto per questa giornata l’escursione in barca al Parco Naturale dell’Albufera al tramonto perché mi sembrava un’esperienza molto romantica. Ma partiamo dal principio.

La mattina abbiamo fatto colazione da Granier, una catena spagnola di panetterie (per saperne di più leggi il post dedicato) in una filiale a pochi passi dalla struttura in cui soggiornavamo, Host & Home (ne ho parlato qui).

La nostra prima tappa della giornata è il Bioparc. Ci siamo quindi diretti in Plaza del Ayuntamiento per prendere l’autobus n° 67 (direzione Nou Campanar) dalla fermata Pl. de l’Ajuntament – Cotanda alla fermata Hernández Lázaro – Centre Comercial. Il tragitto dura circa 20 minuti e il bus passa ogni 10 minuti circa. Ora occorre procedere dritto su Carrer dHernández Lázaro e svoltare a sinistra su Carrer de la Vall de la Ballestera: continuando dritto troverai davanti a te il Bioparc.

 

COSA VEDERE A VALENCIA: BIOPARC

Il Bioparc è un giardino zoologico inaugurato nel 2008, progettato per ridurre al minimo le barriere visive tra gli animali e i visitatori.

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Qui non vedrai alcuna classica gabbia, in quanto i confini sono creati da corsi d’acqua e da alcune vetrate trasparenti.

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Sono stati riprodotti gli habitat delle specie presenti: si parte dal Madagascar, si arriva poi nella foresta equatoriale, si passa per le aree umide e si termina nella savana.

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Il Bioparc è inserito in diversi progetti di conservazione.

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Cosa vedere a Valencia Bioparc

Non sono una persona che ama particolarmente questa tipologia di luoghi, non sono mai stata in uno zoo tradizionale e mi rattrista un po’ vedere gli animali in cattività. Quella al Bioparc è stata però una bella esperienza: gli habitat sono stati ricreati in modo eccezionale e gli animali non sono rinchiusi in spazi troppo limitati. Il parco è tenuto veramente bene.

Consiglio di visitare il Bioparc sia ai grandi che ai piccini, è un piacevolissimo viaggio alla scoperta della natura. Noi lo abbiamo girato in lungo e in largo impiegando un paio d’ore abbondanti, in molti ci hanno detto che merita più tempo ma per noi è stato sufficiente per vederlo interamente.

Il Bioparc di Valencia si trova in Avenida Pio Baroja, 3 ed è aperto tutti i giorni dalle ore 10.00 mentre l’orario di chiusura varia a seconda del periodo dell’anno (dalle 18.00 in inverno alle 21.00 in estate). Ti consiglio di arrivare prima dell’apertura della biglietteria in modo da non trovare fila e da visitare il parco con meno persone possibile. Il biglietto intero costa 23,90 euro, quello per bambini da 4 a 12 anni costa 18,00 euro, quello per gli over65 costa 17,50 euro e i bambini sotto i 4 anni di età entrano gratuitamente. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Una volta uscito dal Bioparc gira a destra su Av. Pío Baroja, poi a sinistra costeggiando il Jardí del Turia lungo Passeig de la Petxina e in seguito svolta a destra su Carrer de Terol. Infine gira a sinistra su Carrer de Quart e prosegui dritto: troverai sulla sinistra il Giardino Botanico.

 

COSA VEDERE A VALENCIA: GIARDINO BOTANICO

Il Giardino Botanico di Valencia vanta più di 3000 specie di piante, provenienti da ogni parte del mondo.

Cosa vedere a Valencia Giardino Botanico

Cosa vedere a Valencia Giardino Botanico

Cosa vedere a Valencia Giardino Botanico

Appartenente all’Università di Valencia, esso è stato creato nel XVI secolo per l’insegnamento della botanica. Nel corso del tempo ha subito vari spostamenti, solo nel 1802 è stato posizionato nella sua collocazione attuale.

Cosa vedere a Valencia Giardino Botanico

Cosa vedere a Valencia Giardino Botanico

Cosa vedere a Valencia Giardino Botanico

Cosa vedere a Valencia Giardino Botanico

Il Giardino Botanico si trova in Carrer de Quart, 80 ed è aperto tutti i giorni a partire dalle 10.00 mentre l’orario di chiusura varia a seconda dei mesi (alle 18.00 da novembre a febbraio, alle 19.00 a marzo e a ottobre, alle 20.00 ad aprile e a settembre e alle 21.00 da maggio ad agosto). Il prezzo del biglietto  di 2,50 euro intero, 2,25 euro con Valencia Tourist Card e 1,50 euro ridotto.

Uscendo dal Giardino Botanico gira a sinistra e prosegui dritto: ecco davanti a te le Torres de Quart.

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

 

COSA VEDERE A VALENCIA: TORRES DE QUART

Le Torres de Quart (un tempo chiamate Porta de la calç) sono state costruite tra il 1441 e il 1460 da Francesc Baldomar e Pere Compte a scopo difensivo. Per un periodo hanno ospitato al loro interno il carcere femminile.

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

È possibile salire su una delle due torri per vedere il panorama. La salita non è faticosa, te la consiglio.

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

Cosa vedere a Valencia Torres de Quart

Le Torres de Quart si trovano in Guillem de Castro, 89 e sono aperte tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.00 in estate, mentre in inverno la chiusura varia a seconda della luce (ultimo ingresso 20 minuti prima della chiusura). Il prezzo del biglietto è di 2 euro intero, 1 euro ridotto, gratuito con Valencia Tourist Card e per tutti la domenica e i giorni festivi.

Ora prosegui dritto su Carrer de Guillem de Castro, svolta a sinistra su Carrer del Pintor Domingo e gira a desta su Carrer de Santa Teresa (che poi diventa Peu de la Creu). In seguito svolta a destra su Avinguda de lOest, poi a sinistra su Carrer de Padilla (che poi diventa Carrer del Periodista Azzati): svoltando a destra su Carrer de l’Arquebisbe Mayoral troverai dopo pochi passi il ristorante Navarro, il locale che abbiamo scelto per festeggiare il nostro anniversario (per saperne di più leggi l’articolo dedicato).

Una volta terminato il pranzo torna su Carrer del Periodista Azzati, attraversa Plaça de l’Ajuntament e prosegui su Carrer de Roger de Llòria. Ora svolta a sinistra su Carrer de Colón, prosegui dritto fino alla rotonda e poi prendi la prima uscita tenendo la sinistra su Avinguda de Navarro Reverter. 

Qui troverai la fermata Porta de la Mar – Navarro Reverter, dove passa l’autobus per arrivare al Parco Naturale dell’Albufera.

 

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI VALENCIA: PARCO NATURALE DELL’ALBUFERA

Il Parco Naturale dell’Albufera si trova 11 chilometri a sud di Valencia. È il più grande lago di Spagna e il suo nome, che deriva dall’arabo, significa “piccolo mare”. Il piatto spagnolo per eccellenza, ovvero la paella, è stato inventato proprio qui, grazie alla presenza delle risaie.

 

Come arrivare al Parco Naturale dell’Albufera da Valencia

Per arrivare al Parco Naturale dell’Albufera da Valencia occorre prendere l’autobus linea 25. La fermata più comoda del centro è la Navarro Reverter.

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Esistono 2 diversi capolinea per l’autobus linea 25: El Palmar e El Perellonet. Se come me vorrai recarti all’Embarcador de la Albufera potrai prendere indifferentemente uno dei due autobus, in quanto entrambi passano da questa fermata. Se invece vorrai unire all’escursione in barca anche il pranzo a El Palmar dovrai salire sull’autobus con l’omonimo capolinea (l’altro non ci passa).

Per salire sull’autobus linea 25 puoi utilizzare la Valencia Tourist Card (ne ho parlato in questo post) oppure acquistare un biglietto singolo da 1,50 euro.

La durata del viaggio dal centro di Valencia all’Embarcador de la Albufera è di circa 30 minuti, mentre per arrivare a El Palmar ci vogliono circa 45 minuti.

 

Fare un’escursione in barca al tramonto all’Albufera

L’escursione in barca all’Albufera è, a mio avviso, un’esperienza imperdibile se si visita Valencia. Noi abbiamo deciso di farla all’ora del tramonto ed è stata una scelta davvero azzeccata: i colori del cielo che si specchiano sull’acqua sono stati la cornice ideale per festeggiare il nostro decimo anniversario, l’atmosfera era molto romantica e il giro è stato rilassante. La guida parla solo in spagnolo ma per noi è stato comprensibile.

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Il tour dura circa un’ora e la barca attraversa la laguna e si inoltra in mezzo ai canneti per avvistare l’avifauna locale.

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Per poter effettuare un’escursione in barca non c’è bisogno di prenotare, basta presentarsi all’Embarcador de la Albufera (l’autobus linea 25 ferma proprio qui).

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

L’escursione che abbiamo fatto noi costa 20 euro ad imbarcazione (quindi nel nostro caso 10 euro a testa dato che non vi erano altre persone, ma nel caso in cui tu riesca a trovare qualcuno con cui condividerla costerà meno).

Una volta terminata l’escursione, anziché tornare subito a Valencia, abbiamo preso l’autobus 25 in direzione El Palmar in quanto eravamo curiosi di vedere la cittadina. Ci sono diversi ristoranti tipici dove gustare la paella tradizionale e un imbarcadero per poter effettuare le escursioni.

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Cosa vedere nei dintorni di Valencia Parco Naturale dell'Albufera

Sinceramente non ci ha particolarmente colpito, ti consiglio di venire qui solo se hai intenzione di pranzare in uno dei ristorantini (noi non avevamo il tempo di fermarci per pranzo e la sera i ristoranti migliori sono praticamente tutti chiusi, oltre al fatto che in Spagna si cena tardi e l’ultimo autobus di ritorno è alle 22 circa). Se come noi vuoi fare solo l’escursione in barca, puoi tranquillamente fermarti all’Embarcador de la Albufera.

Dopo la visita di El Palmar abbiamo ripreso l’autobus 25 e siamo tornati a Valencia. Per cena abbiamo scelto Los Gómez Tabern(ne ho parlato nel dettaglio in questo articolo).

Il nostro secondo giorno a Valencia termina qui. Ti lascio di seguito una mappa dove ho indicato tutti i luoghi di interesse che ho citato in questo articolo (compresi i ristoranti dove ho mangiato, la struttura dove ho soggiornato e la fermata dove prendere l’autobus 25) e l’itinerario a piedi che ho percorso la mattina (dal Bioparc alla fermata dell’autobus 25 per andare al Parco Naturale dell’Albufera): per regolare lo zoom clicca + e -, per visualizzare il nome delle attrazioni clicca sul simbolo in alto a sinistra.

 

INFORMAZIONI UTILI E SUGGERIMENTI

  • La lunghezza dell’itinerario (solo la tratta a piedi) è di circa 4,6 chilometri. 
  • I luoghi dove ho mangiato sono Granier per colazione (Carrer de l’Abadia de Sant Martí, 2), Restaurante Navarro per pranzo (Carrer de l’Arquebisbe Mayoral, 5) e Los Gómez Taberna per cena (Carrer de Correus, 10). La struttura dove ho dormito è Host & Home (Carrer de Vitòria, 3).
  • Per scaricare una guida di Valencia in italiano clicca qui, per scaricare una mappa di Valencia clicca qui.

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile, se hai bisogno di altre informazioni non esitare a lasciarmi un commento qui sotto oppure a contattarmi, ti risponderò con molto piacere!

 

 

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

 

 

 

 

Commenti

  1. Paolo Mazzocchi Paolo Mazzocchi

    Nicole grazie mille sei stata fantastica con la tua guida di Valencia, l’abbiamo seguita passo passo, sei fortissima, ancora grazie!
    Ci vorrebbero più persone come
    Te?❤️

    • Ciao Paolo,
      grazie di cuore per il commento, sono felicissima che vi siate trovati bene con i miei consigli su Valencia 🙂
      Un caro saluto
      Nicole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *