Visit Homepage
Salta al contenuto

Perugia a tutto cioccolato!

Perugia, capoluogo umbro, è nota per essere una delle città italiane simbolo del cibo degli Dei, il cioccolato. Per una golosona come me, che senza cacao e derivati non riesce a stare nemmeno mezza giornata, visitarla è stato un vero toccasana.

Io ci sono stata ad agosto, quindi in un periodo diverso da quello della famosa manifestazione Eurochocolate, ma ho voluto ugualmente vivere un’esperienza a tema cioccolato ed allo stesso tempo visitare il centro storico di Perugia.

Di seguito elencherò tutto quello che puoi fare e vedere a Perugia se sei interessato ad una visita di questo tipo; io ho lasciato perdere volutamente i musei in quanto, essendoci stata in piena estate, ho voluto godermi il più possibile i suoi vicoli ed i suoi panorami.

 

VISITARE LA CASA DEL CIOCCOLATO PERUGINA

Confesso di aver organizzato qui una tappa del mio viaggio on the road in Umbria proprio per visitare la Casa del Cioccolato Perugina: in genere mi piace vedere dal vivo le fabbriche ed i musei delle eccellenze italiane, a maggior ragione se il tema è così dolce.

La visita guidata consiste in quattro parti:

1. Visione di un filmato che narra la storia dell’Azienda

La nostra guida ci ha fatto accomodare in un piccolo cinema dove è stata proiettata la storia di questa Azienda italiana. Nella seconda parte del filmato vengono mostrate da vicino le fasi di produzione delle specialità della Casa quali i Baci, i Gianduiotti, le caramelle Rossana e i pasticcini Ore Liete.

2. Visita al Museo

Una volta alzati dalle poltroncine del cinema ci siamo diretti al Museo, dove ci sono state mostrate le fasi di lavorazione del cacao, che da grezzo diventa cioccolato in tutte le sue sfaccettature (bianco, al latte, fondente…).

Casa del Cioccolato Perugina Museo Perugia

Successivamente si arriva nella sezione dedicata al più grande successo della Perugina, il Bacio: alzi la mano chi non ne ha mai regalata o ricevuta una confezione. Il Bacio è stato ideato negli anni ’20 dalla stilista Luisa Spagnoli, che era l’anima creativa dell’Azienda; il problema è che non lo aveva chiamato proprio così, infatti il nome originale di questo cioccolatino era Cazzotto (in quanto la sua forma le ricordava quella della nocca di una mano). Giovanni Buitoni, però, ben presto intuì che questo nome non era adatto al prodotto e lo cambiò in Bacio; il famoso bigliettino con la frase d’amore, invece, è stato inventato dal direttore artistico Federico Seneca.

Nella parte conclusiva del Museo si trova una riproduzione del Bacione gigante che era stato creato in occasione di Eurochocolate 2003.

Casa del Cioccolato Perugina Museo Perugia

3. Degustazione di cioccolato

Conclusa la visita al Museo, si arriva in una stanza con un lungo tavolo imbandito di ogni sorta di cioccolato Perugina, dal bianco al fondente extra. La nostra guida ci ha detto che avremmo dovuto assaggiare tutte le tipologie: io non ce l’ho fatta, sono curiosa di sapere se tu ce la farai.

Casa del Cioccolato Perugina Museo Degustazione Perugia

4. Visita alla fabbrica Perugina

Con la bocca ancora impasticciata di cioccolato, la nostra guida ci fa mettere via fotocamere e smartphone per poter entrare nella fabbrica vera e propria. Tramite un tunnel in vetro posto nella parte superiore dello stabilimento è possibile ammirare dall’alto l’intero processo produttivo. Non ti dico che profumo si sente!

Tutti i Baci Perugina distribuiti nel mondo vengono prodotti qui a Perugia.

Ovviamente, il tour termina in uno Store tematico, dove poter acquistare gadget di ogni tipo.

La Casa del Cioccolato Perugina si trova in Viale San Sisto 207/C a San Sisto, una località a 5 km da Perugia. Ti consiglio di prenotare la tua visita con qualche giorno di anticipo (specialmente se scegli il sabato) tramite questa pagina o chiamando il numero verde 800 800 907; ti invieranno la conferma di prenotazione via e-mail all’indirizzo da te indicato. La visita dura circa un’ora e 15 minuti, per conoscere le tariffe e gli orari di visita clicca qui.

Il mezzo più comodo per raggiungerla è l’auto; all’esterno della fabbrica c’è un enorme parcheggio dove lasciarla. Se invece ti sposti con i mezzi pubblici, dalla stazione di Perugia (fermata Fontivegge) puoi prendere la linea A del trasporto pubblico cittadino fino a San Sisto.

 

UNA CORSA IN MINIMETRO’ A PERUGIA

Il Minimetrò è un mezzo di trasporto perugino molto particolare: è una metropolitana leggera che collega il grande parcheggio gratuito Porta Nuova (Piazzale Umbria Jazz, 1) al centro storico. Se sei in auto te lo consiglio sia per la comodità che per vivere un’esperienza caratteristica e per osservare la città da un altro punto di vista.

Minimetrò Perugia

Il terminal del Minimetrò adiacente a questo parcheggio prende il nome di Pian di Massiano; una volta salito (le corse sono molto frequenti, circa ogni 2-3 minuti) rimani sul mezzo fino al capolinea, ovvero al terminal Pincetto. Successivamente, uscito dalla stazione, prendi le scale mobili e ti ritroverai in un punto in cui potrai ammirare uno splendido panorama.

Panorama Minimetrò Perugia

Per verificare le tariffe dei biglietti clicca qui, per gli orari di servizio clicca qui. I biglietti si possono acquistare sia alle biglietterie automatiche nelle stazioni che negli info-point in Pian di Massiano e Piazza Matteotti. Fai attenzione perché questo mezzo è disponibile fino alle 21 circa, se vuoi visitare Perugia la sera devi optare per una soluzione alternativa.

 

UNA PASSEGGIATA NEL CENTRO STORICO DI PERUGIA

Da Piazza Matteotti, prendi una traversa a scelta tra Via Fani e Via Mazzini e ti troverai in Corso Vannucci, il principale della città e quello in cui si trovano i più importanti punti di interesse.

Corso Vannucci Perugia

Gira a destra e prosegui fino a Piazza IV Novembre, che ti affascina con la sua splendida Fontana Maggiore e la Cattedrale di San Lorenzo. Questo è il luogo che preferisco della città: se penso a Perugia, la mia mente torna immediatamente in questa piazza.

Piazza IV Novembre Perugia

Una volta che i tuoi occhi avranno assaporato tutta la sua bellezza, puoi tornare indietro su Corso Vannucci; alla tua destra troverai Palazzo dei Priori, che si affaccia proprio su questo viale ed al suo interno ospita il museo d’arte più importante della regione, ovvero la Galleria Nazionale dell’Umbria. Come ti ho anticipato all’inizio del post io non l’ho visitato, ma se sei interessato ad avere ulteriori informazioni puoi trovarle qui.

Proseguendo ulteriormente arriverai in Piazza Italia, che è una bellissima terrazza panoramica dove poter osservare la città sottostante.

Piazza Italia Perugia

Scendendo alla sinistra di questa piazza puoi vedere la Rocca Paolina, una fortezza rinascimentale costruita intorno al 1540.

 

DOVE MANGIARE A PERUGIA: IL SETTIMO SIGILLO

Non ho scelto di mangiare a Il Settimo Sigillo per caso: prima di partire ho letto gli articoli su Perugia di due tra le mie travel blogger preferite, Irene di Viachesiva e Silvia di The Girl with the Suitcase, che hanno parlato molto bene di questo locale ed ho deciso di provarlo. Questo ristorantino tipico si trova proprio dietro alla Cattedrale di San Lorenzo ed è molto particolare: entrando si scende qualche gradino e ci si accomoda in una sala scavata nel sottosuolo, con un arredamento ed un’atmosfera medievale.

Il Settimo Sigillo Perugia

Da amante dei sapori tipici ho ordinato un antipasto Settimo Sigillo da dividere con il mio fidanzato e poi ho gustato i Gargoyles alla Norcina; non potevo farmi mancare il dolce e così ho optato per uno squisito Flan caldo al cioccolato. I primi piatti in questo ristorante sono davvero eccezionali, ma in generale ci è piaciuto tutto quello che abbiamo mangiato.

Antipasto Settimo Sigillo Perugia

 Settimo Sigillo Perugia

Flan al cioccolato Settimo Sigillo Perugia

Il Settimo Sigillo si trova in Via Ulisse Rocchi, 1. Se ti interessa sfogliare il menù, puoi farlo dal sito ufficiale. Per un antipasto, due primi, un dolce, una Coca Cola e l’acqua ho speso 34,50 euro.

Dopo cena, invece, è suggestivo passeggiare per la città e vedere Piazza IV Novembre illuminata.

Piazza IV Novembre Perugia

 

DOVE DORMIRE A PERUGIA: ETRUSCAN CHOCOHOTEL

Etruscan Chocohotel è un albergo completamente a tema cioccolato. All’ingresso si trova un simpatico chocovelox, ovvero un rilevatore di golosità, che se funzionasse davvero come le sanzioni stradali io passandoci davanti mi ritroverei senza punti nella patente.

Chocovelox Etruscan Chocohotel Perugia

Entrando non si può non notare il grande chocostore, ovvero un negozio dove acquistare dei souvenir molto originali, commestibili o meno. Al momento del check-in ci hanno regalato una tavoletta di cioccolato raffigurante la mappa del centro storico di Perugia, idea a mio avviso molto carina.

Etruscan Chocohotel Perugia

La nostra camera si trovava al piano al Latte (sì, i piani prendono il nome dalle tipologie di cioccolato!) ed era arredata completamente a tema: testata del letto a forma di tavoletta, lampade con la cioccolata fusa e copriletto con scritto “cioccolato” in tutte le lingue del mondo.

Camera Etruscan Chocohotel Perugia

La vera sorpresa del mio soggiorno è stata però la colazione: un’ampia varietà di brioche di diverse forme e gusti (tantissime al cioccolato ed alcune anche con altri ingredienti), torte squisite, cioccolato liquido per inzuppare i vari dolci, barrette per grattugiare il cioccolato e chi più ne ha più ne metta.

Etruscan Chocohotel Perugia colazione

Sul tetto di questo hotel è presente una splendida piscina panoramica aperta nel periodo estivo: io sono andata a vederla ed è veramente molto scenografica, ma purtroppo per mancanza di tempo non sono riuscita a farvi un bagno.

Etruscan Chocohotel è un albergo a tre stelle e si trova in Via Campo di Marte, 134. Dispone di un parcheggio davanti alla struttura completamente gratuito per i clienti. Per una camera matrimoniale con colazione ho speso 67 euro per due persone, quindi secondo me il rapporto qualità/prezzo è ottimo. Per maggiori informazioni su questo hotel visita il sito ufficiale.

Se sei in auto puoi tranquillamente lasciarla al parcheggio dell’hotel e raggiungere il centro con l’autobus linea G che passa proprio di fronte alla struttura (dal lato opposto della strada), ricordando però che l’ultima corsa per tornare da Piazza Italia è alle 22.10; clicca qui per visualizzare le tariffe e qui per gli orari.

Qui sotto ti lascio una mappa dove ho indicato i tutti i luoghi citati in questo post (per visualizzare i nomi delle attrazioni clicca sul simbolo in alto a sinistra, per regolare lo zoom clicca + e -).

COME ARRIVARE A PERUGIA, DOVE PARCHEGGIARE E ALTRE INFORMAZIONI UTILI

  • Se arrivi in treno: la stazione di Perugia si trova a circa due chilometri da Piazza IV Novembre, perciò ti consiglio di raggiungere quest’ultima tramite il Minimetrò, accedendovi dalla fermata Fontivegge. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.
  • Se arrivi in auto: puoi decidere di lasciare l’auto al parcheggio gratuito Porta Nuova (Piazzale Umbria Jazz,1) e poi raggiungere il centro con il Minimetrò oppure puoi lasciarla in uno dei parcheggi a pagamento (vedi sito).
  • Se sei interessato ad avere una cartina turistica del centro storico di Perugia in pdf, puoi trovarla qui.
  • Se ti interessa visitare i musei ed i siti monumentali ed archeologici, visita il sito ufficiale di Perugia Città Museo, una card che ti permette di risparmiare sugli ingressi.

Perugia è una città per tutti i gusti: per chi adora gli scorci panoramici, per chi ama passeggiare nella storia, per chi preferisce perdersi tra i profumi dei prodotti tipici e per chi, come me, è un golosone e vuole viaggiare con i cinque sensi nel fantastico mondo del cioccolato.

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *