Visit Homepage
Salta al contenuto

Terme a Budapest: consigli utili per visitare i Bagni termali Széchenyi

Il nostro viaggio a Budapest è cominciato nel tardo pomeriggio di una domenica di metà febbraio, dopo un volo tranquillo e una breve sosta in hotel (ne ho parlato qui) per posare i bagagli, indossare il costume e preparare lo zainetto per i bagni termali. Le terme a Budapest sono un’esperienza imperdibile, soprattutto durante l’inverno: la sensazione dell’acqua calda che ti avvolge mentre ti immergi nella vasca fumante è davvero unica.

Terme a Budapest

Terme a Budapest

La scelta è stata molto difficile perché esistono diversi complessi termali in città, i principali sono:

  • Terme e Piscina Széchenyi (Àllatkerti krt. 11): le prime costruite a Pest, tra il 1909 e il 1913, sono uno dei complessi termali più grandi d’Europa. La superficie delle piscine è di ben 2711,9 metri quadrati. Sono miste (possono entrare contemporaneamente uomini e donne).
  • Terme e Piscina Szt. Gellért (Kelenhegyi ùt 4): costruite in stile liberty, sono state inaugurate nel 1918. Sono miste.
  • Terme e Piscina Szt. Lukàcs (Frankel Leò u. 25-29): queste terme erano in funzione già ai tempi del dominio turco. Sono miste. Sono incluse nella Budapest Card.
  • Terme e Piscina Rudas (Dobrentei tér 9): il bagno Rudas ha quasi 500 anni. Il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì possono entrare solo gli uomini, il martedì solo le donne e il sabato e la domenica  (e il venerdì e il sabato notte dalle 22.00 alle 4.00) sono miste.
  • Terme Kiràly (Fo u. 84): la costruzione fu iniziata nel 1565. Esse non hanno una sorgente diretta di acqua calda in quanto i turchi le hanno costruite all’interno delle mura del castello per averle a disposizione anche in caso di assedio. Sono miste.

Noi abbiamo scelto i Bagni Termali Széchenyi: sono i più estesi e sono aperti fino alle 22.00, quindi perfetti per chi come noi decide di visitarli la sera.

Terme a Budapest

Terme a Budapest

Terme a Budapest

 

COSA PORTARE PER ANDARE ALLE TERME A BUDAPEST

Per andare alle Terme Széchenyi noi abbiamo portato:

  • Un costume da bagno
  • Un asciugamano da mare in microfibra, così occupa meno spazio nel bagaglio a mano
  • Un paio di ciabatte di gomma
  • Una fotocamera waterproof (noi abbiamo portato la GoPro)
  • Intimo e vestiti per cambiarsi dopo il bagno in piscina
  • Spazzola e accessori per capelli
  • Bagnoschiuma, shampoo e altri prodotti da bagno se ci si vuole lavare (ci sono le docce a disposizione separate uomini e donne)
  • Cuffia solo se vuoi utilizzare la piscina per nuotare (per le vasche termali non serve)

Terme a Budapest

Terme a Budapest

Terme a Budapest

Terme a Budapest

Terme a Budapest

 

COME RAGGIUNGERE LE TERME SZECHENYI A BUDAPEST

Le Terme Szechenyi a Budapest si trovano a nord della città, all’interno del Parco Municipale di Pest, e possono essere raggiunte comodamente con la metropolitana M1 gialla scendendo alla fermata Széchenyi fürdő.

Come raggiungere le Terme a Budapest

 

INFORMAZIONI UTILI PER VISITARE LE TERME SZECHENYI A BUDAPEST

  • Orari di apertura: i Bagni Termali Szechenyi sono aperti tutti i giorni dalle 6.00 di mattina alle 22.00 di sera (piscine esterne) e dalle 6.00 di mattina alle 19.00 (piscine interne). Noi abbiamo provato solo le piscine esterne in quanto quelle interne erano già chiuse.
  • Prezzi: 5.200 HUF (circa 16,70 euro) nei giorni infrasettimanali, 5.400 HUF (circa 17,30 euro) nei weekend e durante le festività. Nel prezzo standard è incluso l’utilizzo dell’armadietto, noi abbiamo richiesto una cabina da utilizzare in due e abbiamo aggiunto 500 HUF (circa 1,60 euro) ad un solo biglietto. La Budapest Card dà diritto ad uno sconto del 20% sulla tariffa d’ingresso. Per vedere il listino completo clicca qui.
  • Modalità: il biglietto standard comprende l’utilizzo dell’armadietto. Gli armadietti sono collocati in spogliatoi divisi tra uomini e donne, le cabine invece si possono utilizzare in coppia e c’è un supplemento di 500 HUF per utilizzarle. Io l’ho trovata molto comoda perché vi abbiamo lasciato all’interno lo zaino. Sia la cabina che l’armadietto si aprono e si chiudono con un braccialetto elettronico che viene fornito al momento del pagamento.
  • Noleggio: è possibile noleggiare asciugamani, accappatoi, costumi e cuffie. Oltre al prezzo del noleggio dovrai lasciare anche una cauzione in contanti. Io ti consiglio di portare tutto da casa in modo da evitare di spendere ulteriori soldi, di scambiare l’asciugamano con un altro visitatore (sono tutti uguali e ce ne sono veramente molti) oppure che ti venga rubato. Per vedere le tariffe clicca qui.
  • Tempo di permanenza: noi siamo entrati alle 18.45 dopo 30 minuti di coda alla cassa. Siamo rimasti circa 1 ora e mezza all’interno della piscina esterna.

Terme a Budapest

Terme a Budapest

Nell’atrio dell’elegante edificio sono poste due casse dove poter acquistare i biglietti ed entrambe scorrevano abbastanza lentamente. Per ogni ingresso acquistato ti verrà dato un braccialetto elettronico blu (a cui è associato un armadietto) mentre se come noi deciderai di noleggiare una cabina ti verrà consegnato un braccialetto elettronico arancione e ti verrà comunicato quale numero ti spetta. All’interno della cabina puoi lasciare tutte le tue cose, anche se io ti consiglio di portare con te solo il necessario.

Avendo visitato i bagni termali di sera ci siamo immersi soltanto nella piscina esterna fumante: dopo circa un’ora e mezza di relax abbiamo sfidato la  temperatura di un freddo inverno ungherese e ci siamo diretti a passo spedito verso gli asciugamani che avevamo lasciato su una panchina poco distante.

 

VÀROSLIGET, IL PARCO MUNICIPALE DI BUDAPEST

Una volta usciti dalle terme abbiamo passeggiato per il Parco Municipale, detto Városliget, una delle principali aree verdi della città.

Qui abbiamo ammirato il  Castello di Vajdahunyad, copia parziale di un castello della Transilvania. Nel 1896 venne utilizzato come padiglione per una mostra temporanea e per tale motivo fu inizialmente realizzato in cartone e legno; successivamente, tra il 1904 e il 1906, fu ricostruito in mattoni.

Castello di Vajdahunyad a Budapest

L’edificio è un mix di stili architettonici differenti che si susseguono: romanico, gotico, rinascimentale e barocco.

Castello di Vajdahunyad a Budapest

Poco lontano si trova Piazza degli Eroi (Hősök tere), che ospita al centro il Monumento del Millenario.

Piazza degli Eroi Budapest

Piazza degli Eroi Budapest

Per cena abbiamo scelto un ristorante tipico ungherese non distante dalle terme, il Paprika VendéglőPaprika Étterem, dove abbiamo gustato zuppa di gulasch con gnocchetti ungheresi, gulasch accompagnato da gnocchetti ungheresi e la tradizionale Somlói galuska come dessert. In totale abbiamo speso 6.480 HUF (circa 21,00 euro). Se sei interessato a saperne di più sui luoghi dove abbiamo mangiato, ti invito a leggere il post dedicato.

Paprika Vendéglő Budapest

Paprika Vendéglő Budapest

Paprika Vendéglő Budapest

Paprika Vendéglő Budapest

 

Qui sotto ti lascio una mappa con l’esatta collocazione dei punti di interesse che fanno parte di questo itinerario. Per visualizzare i dettagli clicca sul simbolo in alto a sinistra, per regolare lo zoom premi + e -.

 

Ti va di venire con me alle terme a Budapest? Guarda il video qui sotto!

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile per capire meglio come funzionano le terme a Budapest. Se hai ulteriori dubbi oppure hai bisogno di maggiori informazioni non esitare a lasciarmi un commento qui sotto o a contattarmi!

 

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *