Visit Page
Salta al contenuto

Cosa vedere a Roma: itinerario a piedi di un giorno dalla Città del Vaticano alla Fontana di Trevi

Visitare tutto ciò che Roma ha da offrire in qualche giorno è semplicemente impossibile. Roma è un contenitore immenso di bellezze dal valore inestimabile e, se devo dire la verità, è la città in cui in assoluto ho faticato di più a creare gli itinerari tra tutte quelle in cui sono stata. Prima di partire ho scritto nero su bianco i monumenti, musei, punti panoramici e quartieri che non avrei voluto perdere e, con molta pazienza, ho cercato di ordinarli nel modo migliore possibile. Scegliere cosa vedere a Roma è stato proprio difficile, quindi spero con questo articolo di aiutarti se anche tu devi fare la stessa cosa.

Io ho suddiviso le attrazioni creando 4 itinerari giornalieri, che alla fine mi hanno dato molta soddisfazione. In questo post ti racconterò la mia prima giornata a Roma, ovvero come ho strutturato il mio itinerario a piedi di un giorno dalla Città del Vaticano alla Fontana di Trevi, indicandoti tutte le cose che ci sono da fare e da vedere, che poi potrai rimodellare in base ai tuoi gusti e alle tue esigenze. Ti anticipo che ha dei ritmi molto serrati: quando sono in viaggio mi piace svegliarmi presto la mattina per poter sfruttare al meglio tutto il tempo a disposizione.

La nostra giornata è cominciata alle 7.00 con un maritozzo take away acquistato da Il Maritozzaro, che si trova a pochi passi dalla stazione Trastevere, più precisamente in Via Ettore Rolli, 50. Questa deviazione l’abbiamo fatta apposta per assaggiare il celebre dolce romano (ne ho parlato qui). Puoi arrivarci sia con il treno che con il tram (noi abbiamo utilizzato il tram linea 3 dalla fermata Labicana/Merulana fino alla fermata Stazione Trastevere, partendo dal nostro alloggio Chroma Italy – Ena Guest House; ho raccontato la mia esperienza qui).

Terminata la colazione abbiamo preso il treno dalla stazione Trastevere alla stazione San Pietro. Da qui, a piedi, prendi Via della Stazione di San Pietro, svolta a destra su Via di Santa Maria alle Fornaci e poi a sinistra su Via delle Fornaci (che poi diventerà Piazza del Sant’Uffizio).

Troverai davanti a te il meraviglioso colonnato di Piazza San Pietro, che rappresenta il confine del più piccolo stato del mondo, la Città del Vaticano.

Se preferisci arrivare in metropolitana, ti consiglio la fermata Ottaviano (linea A).

Noi alle 7.30 eravamo lì: è stato meraviglioso trovarsi in quella piazza immensa, realizzata dal Bernini, con pochissime persone, e riuscire a godere a pieno di tutta la sua bellezza.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Piazza San Pietro

 

COSA VEDERE A ROMA: BASILICA DI SAN PIETRO E CUPOLA DI SAN PIETRO

La Basilica di San Pietro è la più grande chiesa del mondo, centro del cattolicesimo, ed è una delle quattro basiliche papali di Roma.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Basilica di San Pietro

Essa ti lascerà senza parole per la sua imponenza e maestosità: è davvero difficile descrivere a parole quello che si prova avendola davanti agli occhi.

La nostra visita è partita dalla Cupola di San Pietro, detta Cupolone, dove ci siamo recati all’apertura e non abbiamo trovato fila. La salita può essere effettuata in due modi: a piedi salendo 551 gradini oppure in ascensore fino a metà strada e poi percorrendo 320 scalini. Noi abbiamo scelto la seconda opzione (ascensore + scalini) e non me ne sono affatto pentita.

Non sono una persona particolarmente sportiva e ho trovato la salita un po’ faticosa, soprattutto perché in alcuni punti gli spazi sono abbastanza stretti. Nonostante questo la rifarei altre mille volte perché quando sono arrivata in cima ho sentito esplodere il cuore dall’emozione.

Inoltre, durante il percorso, c’è un affaccio all’interno della Basilica meraviglioso.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Cupola di San Pietro

I punti panoramici di Roma sono tutti splendidi, ma il Cupolone è davvero magico. Secondo me una tappa irrinunciabile.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Cupola di San Pietro

Cosa vedere nella Città del Vaticano Cupola di San Pietro

La Cupola di San Pietro è aperta dalle 7.30 alle 18.00 nella stagione estiva (aprile-settembre) e dalle 7.30 alle 17.00 in quella invernale (ottobre-marzo). La tariffa di acceso è di 10 euro con ascensore e di 8 euro a piedi. Il pagamento può essere effettuato solo in contanti. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Terminata la visita alla Cupola, abbiamo deciso di entrare nella Basilica e non abbiamo trovato fila; all’ingresso è necessario passare un brevissimo controllo al metal detector.

Avevo visitato la Basilica di San Pietro da bambina e non me la ricordavo così bella.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Basilica di San Pietro

Al centro troverai il Baldacchino del Bernini, mentre alzando lo sguardo potrai ammirare la meravigliosa Cupola di Michelangelo. Ci sono così tanti elementi stupendi che rapiscono gli occhi che è difficile non rigirarsi mille volte su se stessi cercando di catturarli tutti.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Basilica di San Pietro

Nella navata destra si trova la famosissima Pietà di Michelangelo.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Basilica di San Pietro

La Basilica di San Pietro è aperta dalle 7.00 alle 19.00 nella stagione estiva (aprile-settembre) e dalle 7.00 alle 18.30 in quella invernale (ottobre-marzo). L’ingresso è gratuito. Per accedere occorre avere un abbigliamento decoroso. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Una volta uscito dalla Basilica gira a sinistra su Via di Porta Angelica e poi a sinistra su Piazza del Risorgimento (che poi diventa Viale dei Bastioni di Michelangelo e successivamente Via Leone IV); infine svolta a sinistra su Viale Vaticano e troverai poco più avanti l’ingresso dei Musei Vaticani.

 

COSA VEDERE A ROMA: MUSEI VATICANI

I Musei Vaticani sono una tappa imperdibile se si è a Roma. Io sognavo di visitarli da tutta la vita ed ero veramente molto emozionata. Le mie aspettative erano alle stelle: i 7 chilometri di spazi espositivi colmi di capolavori, come le Stanze di Raffaello e la celeberrima Cappella Sistina di Michelangelo, stavano per diventare realtà.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Musei Vaticani

Cosa vedere nella Città del Vaticano Musei Vaticani

Noi non abbiamo prenotato e siamo stati molto fortunati perché abbiamo atteso solo 15 minuti per entrare, ma io ti consiglio di riservare il tuo biglietto. La mia esperienza (che risale a luglio 2019) è stata, purtroppo, abbastanza negativa. Fin dall’inizio ci siamo trovati immersi in una corrente di visitatori che non ci ha permesso di soffermarci sulle opere di nostro interesse, tornare indietro o cambiare direzione; abbiamo fatto tutta la visita rimanendo nel mezzo del corridoio e seguendo il flusso di persone che avanzavano.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Musei Vaticani

In un paio d’ore abbiamo completato tutto il percorso. Spero, un giorno, di poterci tornare per godere a pieno di tutta quella bellezza.

Cosa vedere nella Città del Vaticano Musei Vaticani

All’interno dei Musei Vaticani è possibile scattare fotografie, tranne nella Cappella Sistina.

I Musei Vaticani sono aperti dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 18.30 (ultimo ingresso 16.30) e sono chiusi la domenica. La tariffa d’ingresso è di 17 euro per gli adulti, 8 euro da 6 a 18 anni ed è gratuito per i bambini con meno di 6 anni. Per prenotare e per avere maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Terminata la visita noi abbiamo optato per un pranzo al volo a base di pinsa romana da Pinsa ‘mpò (Via dei Gracchi, 7); se preferisci un primo piatto tipico, invece, ti consiglio Borghiciana (Borgo Pio, 186). Per maggiori informazioni sui posticini dove ho mangiato leggi l’articolo dedicato.

La nostra prossima tappa è Castel Sant’Angelo: ci arriverai percorrendo Viale della Conciliazione, che collega il monumento a Piazza San Pietro.

Cosa vedere nella Città del Vaticano

 

COSA VEDERE A ROMA: CASTEL SANT’ANGELO

Castel Sant’Angelo (detto anche Mausoleo di Adriano) ospita il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, dove sono esposte varie opere quali quadri, cimeli e armi.

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo

Il museo è composto da 7 livelli: oltre ad essere molto interessante la visita, i punti panoramici presenti nei vari piani ti permettono di vedere Roma e i suoi monumenti da una prospettiva privilegiata.

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo

Per me è stata un’esperienza meravigliosa, che ti consiglio di non perdere se come me ami vedere le città dall’alto.

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo

Castel Sant’Angelo è aperto dalle 9.00 alle 19.30 (ultimo ingresso ore 18.30) e la tariffa d’ingresso è di 15 euro per gli adulti, 2 euro da 18 a 25 anni ed è gratis per i minori di 18 anni. Noi ci siamo stati in pausa pranzo, non abbiamo prenotato e non abbiamo trovato fila. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Una volta terminata la visita, attraversa Ponte Sant’Angelo, senza dubbio il mio preferito della Capitale.

Cosa vedere a Roma Ponte Sant'Angelo

Cosa vedere a Roma Ponte Sant'Angelo

Ora svolta a sinistra su Lungotevere Tor di Nona, poi a destra su Via Giuseppe Zanardelli e dopo ancora a destra su Piazza di Tor Sanguigna; ora gira a destra su Via Agonale e ti troverai nella splendida Piazza Navona.

 

COSA VEDERE A ROMA: PIAZZA NAVONA

Piazza Navona, con il suo inconfondibile stile barocco, è uno dei miei luoghi del cuore a Roma: lo si capisce dal numero di fotografie che vi ho scattato. Ogni angolo mi sembrava perfetto.

Le sue caratteristiche principali sono gli edifici dai colori caldi, i caffè con i tavoli all’aperto e le tre fontane.

Cosa vedere a Roma Piazza Navona

Cosa vedere a Roma Piazza Navona

La prima che ammirerai è la Fontana del Nettuno.

Cosa vedere a Roma Piazza Navona

Al centro, imponente, la Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini, che rappresenta Nilo, Gange, Danubio e Rio de la Plata, i fiumi dei quattro angoli della Terra allora conosciuti.

Cosa vedere a Roma Piazza Navona

Non potrai fare a meno di ammirare la facciata della Chiesa di Sant’Agnese in Agone.

Cosa vedere a Roma Piazza Navona

L’ultima è invece la Fontana del Moro.

Cosa vedere a Roma Piazza Navona

La Chiesa di Nostra Signora del Sacro Cuore si trova nella parte meridionale della piazza: essa è visitabile dal lunedì al sabato dalle 6.45 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00 mentre la domenica dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 19.00. L’ingresso è libero.

Cosa vedere a Roma Chiesa di Nostra Signora del Sacro Cuore

Cosa vedere a Roma Chiesa di Nostra Signora del Sacro Cuore

Sul lato opposto rispetto alla Chiesa si trova Piazza di Pasquino, dove è collocata la più famosa tra le “statue parlanti” di Roma.

Cosa vedere a Roma Piazza di Pasquino

 

COSA VEDERE A ROMA: CHIESA DI SANT’AGNESE IN AGONE

La Chiesa di Sant’Agnese in Agone si trova nel lato occidentale di Piazza Navona.

Cosa vedere a Roma Chiesa di Sant'Agnese in Agone

Cosa vedere a Roma Chiesa di Sant'Agnese in Agone

La Chiesa di Sant’Agnese in Agone è aperta dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 e il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00 (chiusa il lunedì). L’ingresso è libero. Purtroppo all’interno non è possibile scattare fotografie, un vero peccato perché merita. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Ora gira a destra su Via dei Canestrari, poi a sinistra su Via Teatro Valle e successivamente prendi Via della Dogana Vecchia: poco più avanti troverai la Chiesa di San Luigi dei Francesi.

 

COSA VEDERE A ROMA: CHIESA DI SAN LUIGI DEI FRANCESI

La Chiesa di San Luigi dei Francesi è la chiesa della comunità francese di Roma. Al suo interno ospita tre opere del Caravaggio dedicate a San Matteo.

Cosa vedere a Roma Chiesa di San Luigi dei Francesi

La Chiesa di San Luigi dei Francesi si trova in Piazza di San Luigi dei Francesi ed è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.45 e dalle 14.30 alle 18.30, il sabato dalle 9.30 alle 12.15 e dalle 14.30 alle 18.30 e la domenica dalle 11.30 alle 12.45 e dalle 14.30 alle 18.30. L’ingresso è libero. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Costeggiando Via del Salvatore, al lato della chiesa, troverai alla tua sinistra Palazzo Madama, la sede del Senato della Repubblica Italiana.

Torna indietro su Via del Salvatore, continua su Via Giustiniani e arriverai al Pantheon.

 

COSA VEDERE A ROMA: PANTHEON

Il Pantheon non ha certo bisogno di presentazioni. Si tratta di un monumento della Roma Antica, con 2000 anni di storia.

Cosa vedere a Roma Pantheon

Prima tempio, poi basilica cristiana e infine anche mausoleo: qui riposano personaggi illustri quali Raffaello Sanzio e i re d’Italia Vittorio Emanuele II di Savoia e Umberto I di Savoia.

Cosa vedere a Roma Pantheon

La sua caratteristica è l’oculo di 8,92 metri di diametro, che riesce ad illuminare tutto l’edificio.

Cosa vedere a Roma Pantheon

La leggenda narra che, quando piove, da questa apertura non entri l’acqua.

Cosa vedere a Roma Pantheon

Il Pantheon si trova in Piazza della Rotonda ed è aperta dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.30 (ultimo ingresso 19.15) e la domenica dalle 9.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.45). L’ingresso è gratuito.

Terminata la visita prendi Via degli Orfani: ti consiglio di fare un salto a La Casa del Caffè Tazza d’Oro (Via degli Orfani, 84), che si trova nei pressi del Pantheon, per gustare la celebre granita al caffè con panna montata, servita in un bicchiere da passeggio (ne ho parlato in questo articolo). In alternativa, ti consiglio un buon gelato da Giolitti (Via degli Uffici del Vicario, 40).

Svolta a destra su Piazza Capranica, prosegui su Via in Aquiro e poi gira a sinistra su Piazza di Monte Citorio, dove spicca l’obelisco: davanti a te troverai Palazzo Montecitorio, dal 1971 sede della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana e del Parlamento Italiano quando riunito in seduta comune.

Cosa vedere a Roma Palazzo Montecitorio

Proseguendo verso destra, in Piazza della Colonna vedrai Palazzo Chigi, la sede del Governo della Repubblica Italiana dal 1961. Al centro della piazza svetta la Colonna di Marco Aurelio.

Cosa vedere a Roma Palazzo Chigi

Ora imbocca Via del Corso sulla destra e percorrila fino a Via delle Muratte, dove svolterai a sinistra. Continua sempre dritto e troverai la Fontana di Trevi.

 

COSA VEDERE A ROMA: FONTANA DI TREVI

La Fontana di Trevi, altro indiscusso simbolo della Capitale, è la più celebre fontana della città e probabilmente del mondo. Un capolavoro la cui bellezza è difficile da spiegare a parole.

Cosa vedere a Roma Fontana di Trevi

Il complesso è stato progettato nel 1732 da Nicola Salvi ed è dedicato al mare.

Secondo la leggenda, se vuoi tornare a Roma devi lanciare una moneta all’interno della Fontana di Trevi.

Cosa vedere a Roma Fontana di Trevi

Se hai ancora le forze per camminare un po’, ti propongo qualche altra tappa da non perdere, altrimenti puoi fermarti qui.

Riprendi Via delle Muratte, prosegui su Via di Pietra e troverai alla tua sinistra il Tempio di Adriano.

 

COSA VEDERE A ROMA: TEMPIO DI ADRIANO

Il Tempio di Adriano, che si trova in Piazza di Pietra, era un antico tempio romano. I resti del monumento sono stati inglobati nell’edificio che è stato costruito sulle sue rovine.

Cosa vedere a Roma Tempio di Adriano

Ora prendi Via de’ Burrò e ti troverai la Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola.

 

COSA VEDERE A ROMA: CHIESA DI SANT’IGNAZIO DI LOYOLA

La Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola è nota per i capolavori di pittura prospettica di Andrea Pozzo: la “finta cupola”, la volta e il presbiterio. Sul pavimento sono contrassegnati con dei cerchi di marmo giallo ocra i punti dove collocarsi per ammirare meglio le opere.

Cosa vedere a Roma Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola

Cosa vedere a Roma Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola

Cosa vedere a Roma Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola

La Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola si trova in Via del Caravita, 8/A ed è aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 20.00 (venerdì, sabato e domenica aperta fino alle 22.00). L’ingresso è libero. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Terminata la visita prendi Via S. Ignazio, svolta a destra su Via del Piè di Marmo e poi a sinistra su Via del Gesù. Ora gira a destra su Corso Vittorio Emanuele II e arriverai a Largo di Torre Argentina.

 

COSA VEDERE A ROMA: LARGO DI TORRE ARGENTINA

Largo di Torre Argentina è una piazza che ospita un’area archeologica contenente i resti di quattro templi romani dell’età repubblicana, denominato Area Sacra. Il sito è noto anche per essere sede di una colonia felina.

Cosa vedere a Roma Largo di Torre Argentina

Successivamente prendi Largo Arenula (che diventa Via Arenula), svolta a sinistra su Via S. Maria del Pianto e giungerai al Ghetto Ebraico.

 

COSA VEDERE A ROMA: GHETTO EBRAICO

Il Ghetto Ebraico di Roma, un vivace quartiere che pullula di negozietti e trattorie, è uno dei più antichi del mondo. Ti consiglio di passeggiare semplicemente per le vie e goderti l’atmosfera.

Cosa vedere a Roma Ghetto Ebraico

Cosa vedere a Roma Ghetto Ebraico

E adesso l’ultima tappa della giornata: torna in Via Arenula, attraversa Piazza Benedetto Cairoli e prosegui dritto su Via dei Giubbonari. Eccoti in Campo de’ Fiori.

 

COSA VEDERE A ROMA: CAMPO DE’ FIORI

Campo de’ Fiori è sede di uno dei mercati più famosi della città. Una piazza colorata e piena di vita, che prende questo nome dal fatto che fino al Quattrocento al suo posto vi era un campo fiorito.

Cosa vedere a Roma Campo de Fiori

Il nostro itinerario a piedi del primo giorno a Roma finisce qui.

Al tramonto abbiamo deciso di tornare a Castel Sant’Angelo per scattare qualche fotografia con quei colori magici, e devo dire che è stata un’ottima scelta perché l’atmosfera è davvero fiabesca.

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo al tramonto

Cosa vedere a Roma Castel Sant'Angelo al tramonto

Per cena abbiamo scelto il ristorante Saltimbocca (Via di Tor Millina, 5), che offre cucina tipica romana e pizza; se vuoi saperne di più leggi il post dedicato.

Il nostro primo giorno a Roma termina qui, di seguito ti lascio una mappa dove ho inserito tutti i luoghi di interesse citati in questo post (compresi i luoghi dove ho mangiato e la struttura dove ho soggiornato): per regolare lo zoom clicca + e -, per visualizzare il nome delle attrazioni clicca sul simbolo in alto a sinistra. Gli itinerari a piedi sono divisi in due parti: nella parte 1 troverai il percorso da Piazza San Pietro alla Fontana di Trevi, nella parte 2 quello che va dalla Fontana di Trevi a Campo de’ Fiori.

 

INFORMAZIONI UTILI E SUGGERIMENTI

  • L’Itinerario è consigliato per i giorni diversi dalla domenica e dal lunedì, in quanto alcune attrazioni sono chiuse.
  • La lunghezza dell’itinerario a piedi è di circa 5 chilometri quello più corto (da Piazza San Pietro alla Fontana di Trevi) e di circa 7 chilometri quello completo (da Piazza San Pietro a Campo de’ Fiori).
  • I luoghi dove ho mangiato sono Il Maritozzaro per colazione (Via Ettore Rolli, 50), Pinsa ‘mpò  per pranzo (Via dei Gracchi, 7), La Casa del Caffè Tazza d’Oro per merenda (Via degli Orfani, 84)  e Saltimbocca per cena (Via di Tor Millina, 5). La struttura dove ho dormito è Chroma Italy – Ena Guest House (Via Merulana, 43).
  • Per scaricare alcune guide di Roma clicca qui, per scaricare una mappa di Roma clicca qui.

Spero che questo articolo ti sia stato utile, se hai bisogno di altre informazioni non esitare a lasciarmi un commento qui sotto oppure a contattarmi, ti risponderò con molto piacere!

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Commenti

  1. Riccardo Righetto Riccardo Righetto

    Avevo proprio bisogno di una guida del genere. Sei stata bravissima e precisissima.
    Ti ringrazio tanto.
    Lidio

    • Ciao Lidio,
      grazie di cuore per il commento e per i complimenti.
      Sono davvero felice che questa piccola guida ti sia stata utile.
      Buon viaggio a Roma!
      Un caro saluto
      Nicole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *