Visit Homepage
Skip to content

Berlino, informazioni e consigli per organizzare un viaggio nella capitale tedesca

“Berlino è piuttosto una parte di mondo che una città.” (Jean Paul)

Berlino è mille città in una sola. Non sapevo bene cosa aspettarmi dalla capitale della Germania, ma sicuramente non credevo fosse così estesa, così variegata e così colorata. Ho passato qui quattro giorni e mezzo e non mi sono bastati per scoprire nemmeno tutti i principali punti di interesse: alcuni li ho visitati velocemente, altri li ho dovuti proprio escludere dai miei itinerari per mancanza di tempo.

Berlino è una città incredibile, un luogo d’incontro di innumerevoli persone con nazionalità diverse che convivono in armonia, un contenitore di storia così recente da far venire i brividi al solo pensiero: gli anni che ci dividono da quel tempo sono talmente pochi da far paura.

In questo articolo ti propongo una miniguida per organizzare quattro o cinque giorni a Berlino, indicandoti tutte le spese che ho sostenuto durante il mio viaggio nella capitale tedesca, in modo che tu possa farti un’idea del costo reale necessario per questo tipo di viaggio e raccontandoti tutte le informazioni utili che avrei voluto sapere io prima di partire. Ti anticipo già che purtroppo Berlino non è una città particolarmente economica, soprattutto per quanto riguarda i musei e le attrazioni in generale.

 

COME ARRIVARE A BERLINO DALL’ITALIA

Il mezzo di trasporto più comodo per raggiungere Berlino è l’aereo: la capitale tedesca attualmente dispone di due aeroporti ovvero Tegel (distante 8 km) e Schönefeld (distante 24 km). Nei prossimi anni l’aeroporto Tegel verrà chiuso e l’unico aeroporto utilizzato in città sarà quello di Brandeburgo (ampliamento dell’aeroporto Schönefeld).

Berlino come arrivare

L’aeroporto che opera collegamenti diretti con l’Italia è prevalentemente quello di Schönefeld: le compagnie più competitive sono Ryanair da Bergamo, Verona, Treviso, Bari, Bologna, Pisa, Roma Ciampino e Catania e Easyjet da Milano Malpensa, Venezia, Bari (su Tegel), Brindisi (su Tegel), Pisa, Roma Fiumicino, Catania (su Tegel), Palermo, Napoli (sia Schönefeld che Tegel), Ancona (su Tegel), Genova (su Tegel) e Alghero e Cagliari (su Tegel e solo nella stagione estiva) e Olbia (solo nella stagione estiva).

Berlino come arrivare

Ti consiglio di monitorare i voli utilizzando Skyscanner, in modo da cercare di risparmiare il più possibile, e poi di prenotare tramite il sito ufficiale della compagnia aerea che hai scelto.

Io ho prenotato circa un mese prima con Easyjet da Venezia Marco Polo a Berlino Schönefeld e ho speso 27,44 euro a persona andata e ritorno. Noi abbiamo volato con il solo bagaglio a mano 56 x 45 x 25 cm (senza restrizioni di peso) e ci hanno permesso di portarlo a bordo con noi.

Berlino come arrivare

 

COME RAGGIUNGERE IL CENTRO DI BERLINO DALL’AEROPORTO DI SCHÖNEFELD

La stazione dell’aeroporto Schönefeld (dove si prendono i mezzi pubblici per il centro) si trova al termine di una passeggiata coperta sulla sinistra del terminal.

  • Airport Express RE7 e RB14: ci impiega circa 30 minuti e ferma nelle stazioni Hauptbahnhof (stazione centrale), Friedrichstrasse, Alexanderplatz e Ostbahnhof;
  • Metropolitana S9 e S45: ci mette circa 40 minuti e fa più fermate rispetto all’Airport Express. Noi abbiamo scelto la S9 proprio perché fermava anche nella stazione vicino al nostro hotel.

Per queste tipologie di mezzo di trasporto il prezzo del biglietto (solo andata) è di 3,40 euro ed è gratuito con la Berlin Welcome Card ABC (che puoi acquistare all’ufficio turistico in aeroporto). All’interno della stazione sono presenti sia la biglietteria che le emettitrici automatiche.

Un’altra possibilità per arrivare in centro città sono i taxi, che io ho escluso perché sono costosi (da 40 a 50 euro a tratta in base alla destinazione).

 

COME MUOVERSI A BERLINO

Mi piacerebbe dirti che Berlino è una città che si visita facilmente a piedi ma purtroppo non è così: si possono creare degli itinerari che toccano attrazioni vicine tra loro ma talvolta i mezzi pubblici sono l’unica soluzione possibile per arrivare nei punti di interesse.

Esistono diverse tipologie di mezzi di trasporto. Tutti i mezzi pubblici sono gestiti dall’azienda BVG, ad eccezione della S-bahn (per la quale è stata creata un’azienda apposita).

Berlino trasporti pubblici

U-bahn (metropolitana)

La metropolitana (in tedesco U-bahn) è composta da 10 linee per un totale di 146 chilometri. Ha la caratteristica di avere lunghi tratti in superficie. Le fermate sono caratterizzate dalla lettura U bianca su sfondo blu e viene utilizzata soprattutto per gli spostamenti nel centro della città.

S-bahn (ferrovia celere urbana)

La S-bahn è composta da 15 linee per un totale di oltre 331 chilometri e le sue tratte sono in superficie. Non copre solo l’area di Berlino ma anche il Brandeburgo, infatti può essere utilizzata sia per il centro città che per andare a Potsdam o nei quartieri più periferici della capitale tedesca. Le fermate sono caratterizzate dalla lettera S bianca su sfondo verde.

Autobus

Gli autobus a Berlino sono numerosissimi e coprono l’intera città. Oltre agli autobus tradizionali, che permettono di riposare le gambe mentre si guarda la città scorrere fuori dal finestrino, esistono autobus speciali:

  • Gli autobus M (Metrobus) hanno una frequenza minima di 10 minuti e sono attivi 24 ore su 24
  • Gli autobus X (BusExpress) fanno tratte particolari, ad esempio per gli aeroporti
  • Gli autobus N indicano quelli notturni

Le fermate sono contrassegnate dalla lettera H.

Berlino fermata autobus

Tram

La rete tranviaria copre prevalentemente la Berlino Est. Noi non l’abbiamo mai utilizzata.

Se sei interessato ad avere alcune mappe dei trasporti pubblici puoi trovarle qui.

Con la Berlin Welcome Card puoi viaggiare gratuitamente su tutti i mezzi pubblici. Per maggiori informazioni sui prezzi di biglietti singoli e abbonamenti visita il sito ufficiale.

All’entrata delle stazioni della metropolitana non ci sono i tornelli, ognuno può circolare liberamente. I controllori sono in borghese, salgono come normali passeggeri e poi esibiscono il cartellino chiedendo il biglietto.

 

UNA CARTA TURISTICA PER RISPARMIARE A BERLINO: BERLIN WELCOME CARD

La Berlin Welcome Card è una tessera turistica della durata di 48 o 72 ore oppure 4, 5 o 6 giorni. Nella versione da 72 ore è possibile aggiungere il Museumsinsel, ovvero il biglietto per i 5 musei che si trovano nell’Isola dei Musei e che normalmente non sono inclusi nella promozione.

Tutte queste varianti includono il biglietto per i trasporti pubblici nella versione AB (solo Berlino) o ABC (Berlino, Potsdam e Aeroporto Schönefeld), innumerevoli sconti per musei e luoghi di interesse e una guida con cartina.

Berlin Welcome Card Berlino

Quanto costa la Berlin Welcome Card

I prezzi della Berlin Welcome Card sono (luglio 2018):

  • Berlin Welcome Card 48h: AB 19,90 €, ABC 22,90 €
  • Berlin Welcome Card 72h: AB 28,90 €, ABC 30,90 €
  • Berlin Welcome Card 72h + Museumsinsel: AB 45,00 €, ABC 47,00 €
  • Berlin Welcome Card 4 giorni: AB 33,50 €, ABC 35,90 €
  • Berlin Welcome Card 5 giorni: AB 36,90 €, ABC 41,50 €
  • Berlin Welcome Card 6 giorni: AB 42,50 €, ABC 46,50 €

Vista la differenza minima di prezzo ti consiglio di acquistare la versione ABC. Per consultare i prezzi aggiornati e avere maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Esiste anche la Berlin Welcome Card all inclusive che è disponibile nella versione 48 ore (95,00 €), 72 ore (109,00 €) e 4 giorni (129,00 €) e permette di entrare gratuitamente in 30 musei e di viaggiare sui mezzi pubblici nelle tratte ABC. Il costo di questa tipologia di tessera è molto elevato e valutando le varie attrazioni noi abbiamo preferito la versione standard della carta. Per saperne di più visita il sito ufficiale.

Noi abbiamo scelto una Berlin Welcome Card da 5 giorni in modo da avere la copertura per tutta la durata del nostro soggiorno.

Ecco le attrazioni che ho visitato e in cui ho usufruito dello sconto:

  • Abbonamento trasporti pubblici ABC per 5 giorni: 37,90 € intero, gratuito con BWC
  • Wall Museum East Side Gallery: 12,50 € intero, 9,50 € con BWC
  • TV-Turm: 15,50 € intero, 11,60 € con BWC
  • Berliner Dom: 7,00 € intero, 5,00 € con BWC
  • DDR Museum: 9,80 € intero, 7,20 € con BWC
  • Crociera sulla Sprea Stern+Kreis: 15,00 € intero, 11,30 € con BWC
  • Olympiastadion: 11,00 € intero, 9,00 € con BWC
  • Panoramapunkt: 7,50 € intero, 7,00 € con BWC
  • Museo Ebraico: 8,00 € intero, 6,00 € con BWC
  • Charlottenburg+: 17,00 € intero, 12,75 € con BWC
  • Sansoucci+: 19,00 € intero, 15,20 € con BWC

In totale abbiamo risparmiato 24,15 euro considerando che abbiamo avuto 65,65 euro di sconti e che la nostra carta costa 41,50 euro.

Dove acquistare la Berlin Welcome Card

Puoi acquistare la Berlin Welcome Card online oppure nei punti vendita. Noi abbiamo ritirato le nostre tessere al Berlin Tourist Info dell’aeroporto di Schönefeld.

Come attivare la Berlin Welcome Card

Per attivare la Berlin Welcome Card occorre timbrarla al primo utilizzo in una delle apposite obliteratrici che si trovano nelle stazioni dei mezzi pubblici. Nel timbro non vi è scritta la data ma solo l’ora, il giorno (es. sabato) e il numero della settimana (es. 28°).

Berlin Welcome Card Berlino

 

DOVE DORMIRE A BERLINO: HOTEL NHOW BERLIN

Durante la fase di monitoraggio dei prezzi delle strutture ricettive di Berlino mi sono innamorata del Nhow Berlin, un hotel a quattro stelle a pochi passi dalla East Side Gallery: è il primo albergo musicale d’Europa ed è arredato di rosa in tutte le sue sfumature. Il mio amore per questo colore non è certo un segreto: non ho proprio saputo resistere e ho prenotato circa un mese prima della partenza una camera matrimoniale per quattro notti.

Nhow Berlin dove dormire a Berlino

La reception aperta 24 ore su 24 è molto scenografica e la hall è affacciata direttamente sul fiume Sprea.

Nhow Berlin dove dormire a Berlino

Nhow Berlin dove dormire a Berlino

Gli ascensori sono veramente particolari, ognuno con un genere musicale diverso ed una playlist da ascoltare durante le salite e le discese.

Nhow Berlin dove dormire a Berlino

La camera era pulita e molto spaziosa, dotata di macchina del caffè Nespresso, set per preparare il the, set di cortesia, televisore nascosto nello specchio e wi-fi gratuito. Ti consiglio, nel caso tu decida di soggiornare qui, di attaccare alla porta il cartello “do not disturb” finché non esci dalla stanza. L’unica pecca è stata il fatto che io avevo richiesto un letto matrimoniale e ci hanno dato due letti singoli uniti.

Nhow Berlin dove dormire a Berlino

Nhow Berlin dove dormire a Berlino

Nhow Berlin dove dormire a Berlino

Nhow Berlin dove dormire a Berlino

Non abbiamo purtroppo provato la colazione perché ci sarebbe costata 100 euro in più a persona e ci è sembrato esagerato.

L’hotel si trova a circa 700 metri dalla stazione di Warschauer Straße dove è possibile trovare U-bahn U1 e U3 e di S-bahn S3, S5, S7 e S9 comodissime per arrivare direttamente in centro, all’aeroporto di Schönefeld e a Potsdam.

Noi abbiamo speso 366 euro in totale (tasse incluse) per una camera matrimoniale per quattro notti prenotando tramite Booking.

 

QUALCHE ALTRA INFORMAZIONE PRATICA SU BERLINO

  • Per i cittadini italiani il solo documento necessario per recarsi a Berlino è la carta di identità valida per l’espatrio (non è necessario il passaporto);
  • Per l’assistenza sanitaria pubblica, essendo parte dell’UE, basta portare la propria Tessera Sanitaria;
  • Dal 15 giugno 2017 il roaming dati è diventato gratuito in tutta l’UE: si può chiamare, mandare sms e navigare come se si fosse in Italia. A me non è stato addebitato alcun costo aggiuntivo per l’utilizzo di internet, tuttavia ti consiglio di controllare le condizioni del tuo operatore, in quanto potrebbero essere previste delle soglie oltre le quali è necessario pagare;
  • Le spine elettriche utilizzate sono quelle di tipo C (europee, ad esempio quella che troviamo comunemente nel caricatore dello smartphone con due contatti) e quelle di tipo F (tedesche) quindi non c’è bisogno degli adattatori che usiamo in Italia;
  • A Berlino gli operatori parlano tutti in inglese;
  • La temperatura in estate è ideale per visitare la città: noi abbiamo avuto la fortuna di trovare 5 giorni di sole e non c’è mai stato troppo caldo o troppo umido;
  • I musei sono generalmente chiusi il lunedì, ma ci sono alcune eccezioni quindi ti consiglio di verificare sempre gli orari delle attrazioni di tuo interesse;
  • I pagamenti sono accettati sia in contanti che con le carte (noi abbiamo sempre utilizzato i contanti);
  • Come guida cartacea ho utilizzato “Berlino” della Lonely Planet, al costo di 18,70 euro;
  • Berlino mi è sembrata una città sicura, non mi sono mai sentita in pericolo;
  • Per maggiori informazioni sulla città visita il sito dell’ente turistico Visit Berlin.

 

QUANTO COSTA UN VIAGGIO A BERLINO?

In sintesi, quanto costa un viaggio culturale a Berlino? I prezzi sono per persona (viaggiando in due).

  • Volo a/r da Venezia a Berlino: 27,44 euro
  • Hotel 4 stelle per 4 notti (solo pernottamento): 183,00 euro
  • Crociera sulla Sprea Stern+Kreis (con audioguida in italiano): 13,30 euro
  • Musei e attrazioni (Wall Museum East Side Gallery, Sansoucci+ con pass per fotografie, TV-Turm, DDR Museum, Pergamon Museum, Neues Museum, Olympiastadion, Charlottenburg+ con pass per fotografie, Panoramapunkt, Museo Ebraico con audioguida): 116,25 euro
  • Berlin Welcome Card 5 giorni ABC: 41,50 euro
  • 4 colazioni (Dunkin’ Donuts, Back-Factory, Zeit Für Brot, Brammibal’s Donuts): 16,60 euro
  • 4 cene (Treffpunkt, Zur Gerichslaube, Sophieneck, The Big Dog): 63,36 euro
  • 5 pranzi (Burgermeister, Fredersdorf, Boulevard Friedrichstrasse, Curry36, Mustafa): 50,20 euro
  • 1 merenda (Rausch): 7,95 euro
  • 1 aperitivo (Panoramacafè): 3,80 euro

La spesa totale per un viaggio a Berlino come il mio è di 523,40 euro a persona.

Spero con questa guida di esserti stata utile nel caso tu stia organizzando un viaggio a Berlino, se hai altre curiosità non esitare a lasciare un commento qui sotto o a contattarti, ti risponderò molto volentieri!

 

 

*Post in collaborazione con Visit Berlin*

 

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *