Visit Homepage
Skip to content

Torino, informazioni e consigli per organizzare un weekend nella città sabauda

Torino ma chi l’ha detto che non sei bella?” cantava Venditti.

Torino è la città che mi ha sorpreso di più fra quelle che ho visto fino ad oggi: sarà che non avevo molte aspettative a riguardo, dato che tutti quelli che vi erano già stati mi avevano parlato di lei come una città grigia e spenta. Quando ho messo piede per la prima volta in Piazza San Carlo sono rimasta a bocca aperta: mi sono trovata davanti agli occhi una città elegante, grintosa, estremamente affascinante.

Spero con questa piccola guida pratica (e con i successivi post che pubblicherò sugli itinerari da seguire in città) di convincere anche te, se non ci sei mai stato, a prenotare un biglietto per Torino, la prima capitale d’Italia: le cose da vedere sono tantissime, io sono rimasta 3 notti e non sono riuscita a vedere tutto quello che essa ha da offrire. Torino non merita di essere associata al colore grigio, questa città è un tripudio di bellezza da ammirare passo dopo passo, Torino è vita, Torino è splendore.

 

COME ARRIVARE A TORINO

Il mezzo più comodo per arrivare a Torino è senza dubbio il treno: essa è servita da due stazioni che offrono il servizio di alta velocità e sono Porta Nuova e Porta Susa. Queste sono le diverse soluzioni:

  • Frecciarossa da Milano, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Salerno (clicca qui per maggiori informazioni);
  • Frecciabianca attraverso le tratte Torino-Venezia, Torino-Trieste, Torino-Lecce e Torino-Genova-Roma (per saperne di più clicca qui);
  • Italo Treno, che usufruisce per la maggior parte delle corse della stazione Porta Susa (tranne alcune eccezioni che arrivano a Porta Nuova) e collega la città con Milano, Bologna, Reggio Emilia, Firenze, Roma, Napoli e Salerno (clicca qui per maggiori informazioni).

Stazione Porta Susa Torino

Se vivi in un luogo eccessivamente distante (Italia meridionale e Isole), la città è servita dall’aeroporto internazionale Torino-Caselle “Sandro Pertini”: per verificare le tariffe più convenienti puoi utilizzare Skyscanner, ma poi ti consiglio di prenotare dal sito ufficiale della compagnia. Per informazioni su come raggiungere il centro di Torino dall’aeroporto in bus clicca qui e in treno clicca qui.

Se decidi di arrivare in auto, ti consiglio di cercare un hotel con parcheggio e poi muoverti con i mezzi pubblici.

Io ho scelto il treno: all’andata da Bologna a Torino Porta Susa ho speso 33 euro a testa con tariffa economy di Italo, al ritorno da Torino Porta Nuova a Bologna ho pagato 29 euro a testa con tariffa super economy in Frecciarossa. Il totale per il viaggio è stato quindi di 62 euro a persona.

 

COME MUOVERSI A TORINO: TRAM, AUTOBUS E METRO

Torino è dotata di una modernissima metropolitana automatica super efficiente: io l’ho usata moltissimo e non ho mai atteso più di 2/3 minuti il suo arrivo. Unica pecca, ha una sola linea. Per maggiori informazioni clicca qui.

Gli altri mezzi per muoversi in città sono gli autobus e i tram, che servono molto bene l’intero territorio cittadino. Se desideri avere una mappa clicca qui.

Mezzi pubblici Torino

Il biglietto ordinario per accedere a questi mezzi è unico e costa 1,90 euro per 90 minuti ed è acquistabile alle macchinette o nei punti vendita. Sono disponibili anche degli abbonamenti della durata di 1, 2 o 3 giorni al costo di 5, 7,50 e 10 euro. Io però consiglio ad occhi chiusi la Torino+Piemonte card con abbonamento trasporti compreso, della quale parlerò nel prossimo paragrafo.

 

UNA CARTA TURISTICA PER RISPARMIARE: TORINO+PIEMONTE CARD

Io sono stata a Torino nel 2013 e da allora questa carta turistica ha cambiato un po’ la sua struttura ed il prezzo è leggermente lievitato: in ogni caso la consiglio perché mi ci sono trovata veramente benissimo. La Torino+Piemonte card è valida per un adulto e un bambino fino a 12 anni ed disponibile in diversi tagli:

  • 1, 2, 3 o 5 giorni (musei+agevolazioni) per euro 23, 35, 42 e 51 euro
  • 2 o 3 giorni (musei + agevolazioni + abbonamento dei trasporti) per euro 39,50 e 48.
  • 2 giorni versione Junior,  per minori di 18 anni, ad un prezzo di 15 euro per la carta base e 19,50 per quella con i trasporti.

A qualunque tipologia di carta è possibile aggiungere un Pass dei Servizi Turistici della durata di 3  giorni (costo 6 euro) per accedere all’Ascensore della Mole Antonelliana, alla Tranvia a dentiera Sassi-Superga, ai battelli per navigare sul Po e alla navetta “Venaria Express”.

Ascensore Mole Antonelliana Torino

Tranvia Sassi-Superga Torino

Imbarco Murazzi Navigazione sul Po Torino

Il mio consiglio è quello di acquistare una Torino+Piemonte card con abbonamento trasporti e un Pass dei Servizi Turistici: se come me rimarrai 3 notti, il costo sarà 48 euro più 6 euro ovvero 54 euro. Le uniche attrazioni escluse dalla carta che ho visitato sono state lo Juventus Stadium Tour al quale si ha diritto al biglietto ridotto che costa 7 euro (nel quale è compreso anche il J Museum) e la visita guidata al Museo Egizio (allora costava 4 euro, oggi ne costa 7 ma penso ne valga la pena visto che è stato completamente rinnovato). Il totale speso per attrazioni e trasporti pubblici sarà quindi di 68 euro.

Per maggiori informazioni sulla Torino+Piemonte card clicca qui.

 

DOVE DORMIRE A TORINO: HOTEL VALENTINO DU PARC

Durante il mio weekend lungo a Torino ho soggiornato all’Hotel Valentino du Parc, un 3 stelle con arredamento molto particolare: soffitti rosa con gli strass, mobili neri lucidi con brillantini e specchi con forme insolite. A me personalmente è piaciuto, ma va a gusti.

Hotel Valentino du Parc Torino

Ho optato per una camera matrimoniale economy e ho speso 80 euro a testa per 3 notti con colazione inclusa approfittando di un’offerta su Expedia. Oggi probabilmente costa un po’ di più, ma in ogni caso mi sento di consigliarlo per la pulizia, la cortesia del personale e la colazione, anche se la nostra stanza era un po’ piccolina.

L’Hotel Valentino du Parc si trova in Via Giotto, 16 e dista 300 metri dalla stazione della metro Dante. Se arrivi in auto, dispone di parcheggio su richiesta. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

 

DOVE MANGIARE A TORINO

Premetto di non aver assaggiato il Bicerin a causa di alcuni problemi di salute che ho avuto durante questo viaggio: prometto però di tornare prima o poi per rimediare a questa gravissima mancanza. Non ho tutte le foto di quello che ho mangiato perché, essendo un viaggio di qualche annetto fa, mai avrei immaginato che un giorno sarebbero potute finire su queste pagine; mi limiterò quindi a suggerirti i posticini in cui mi sono trovata bene.

Piazza Vittorio Veneto Torino

Sfashion Cafè

Lo Sfashion Cafè è un locale di Piero Chiambretti ed davvero particolare: arredamento vintage, pareti coloratissime e gustosissime pizze napoletane che sprigionano un profumo pazzesco. Il servizio è velocissimo ma abbiamo dovuto attendere una buona mezz’ora per poterci accomodare al tavolo (il che vuol dire che è molto frequentato!). Abbiamo preso una pizza con salsiccia, una Sfiziosa e due Pepsi medie per un totale di 24,80 euro in due.

Lo Sfashion Cafè si trova in Via Cesare Battisti, 13 ed è aperto tutti i giorni. Per sfogliare il menù clicca qui, per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Brek Solferino

Brek Solferino è un self-service ideale per una pausa pranzo economica mentre si visita il centro della città. Io l’ho trovato di qualità e te lo consiglio se non hai voglia del solito panino ma non ti va nemmeno di andare in un ristorante a spendere un capitale. Le porzioni sono abbastanza grandi e quando sono in viaggio non mi piace appesantirmi quindi abbiamo preso un solo piatto a testa: una carbonara, pollo arrosto con patate, una Coca Cola alla spina piccola, una bottiglietta d’acqua e due pagnotte per un totale di 15,50 euro in due.

Brek Solferino si trova in Via Santa Teresa, 23 ed è aperto tutti i giorni dalle 11.30 alle 15 e dalle 18.30 alle 22. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Eataly Torino Lingotto

Quello a Torino è stato il primo Eataly aperto da Oscar Farinetti: dopo essere stata qui, l’ho riprovato in diverse città ma non ho mai ritrovato dei piatti all’altezza di quelli gustati qui.  Esso è un grande centro enogastronomico dove acquistare prodotti tipici delle diverse regioni italiane e dove mangiare piatti cucinati con materie prime di altissima qualità. Qui esistono 7 diversi piccoli ristoranti tematici: pesce, carne, pizza, verdure, pasta, salumi e formaggi; sono davvero particolari in quanto la cucina è in centro e tutto attorno c’è un bancone circolare dove i clienti si possono accomodare. Noi abbiamo optato per la carne e abbiamo ordinato due tagliate con patate al forno e insalata davvero eccezionali e con pane e acqua abbiamo speso 29 euro in due.

Eataly Torino

Eataly si trova in Via Nizza, 230/14 (prendi la metro in direzione Lingotto e scendi al capolinea) ed è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 22.30. Per maggiori informazioni clicca sul sito ufficiale.

 

QUALCHE ALTRA INFORMAZIONE PRATICA

  • I musei generalmente chiudono il lunedì. Consulta questo link utilissimo, che viene aggiornato settimanalmente, per conoscere prezzi e orari di apertura delle varie attrazioni: è in formato pdf quindi prima di partire puoi stamparlo e portarlo con te.
  • Se sei interessato ad utilizzare gli autobus, scarica l’applicazione gratuitaBus Torino” che indica orari, percorsi e fermate in maniera molto precisa. Io l’ho usata durante la mia permanenza in città e mi ci sono trovata molto bene.

Quanto costa un weekend lungo a Torino? I prezzi si intendono per persona (viaggiando in due):

  • Treno ad alta velocità a/r da Bologna Centrale a Torino: 62 euro
  • Hotel 3 stelle per tre notti con colazione inclusa più tassa di soggiorno (2,80 euro a notte): 88,40 euro
  • Torino+Piemonte card con trasporti, Pass dei Servizi Turistici e musei e visite non incluse nella carta: 68 euro
  • 3 cene (una allo Sfashion Cafè, una ad Area Nova ed una da Eataly): 40 euro
  • 4 pranzi (uno in una pizzeria al taglio vicino alla Stazione Porta Susa, uno da Brek, uno al Cabiria Cafè all’interno della Mole Antonelliana e uno in un ristorantino di Piazza Vittorio Veneto): 30 euro

La spesa totale del mio viaggio a Torino è stato di 290 euro a persona.

Se hai qualche altra curiosità o hai bisogno di ulteriori informazioni lascia un commento qui sotto, ti risponderò molto volentieri!

 

 

 

 

8 Comments

  1. In autunno grazie ad uno smartbox dovremmo andare anche noi per un weekend a Torino! Ci sono stata a 16 anni con la scuola e mi colpì tantissimo! Non vedo l’ora di tornare e vederla con più maturità! 🙂
    Bel post Nicole! 🙂
    Un bacio

    • Ciao Lucrezia, grazie di cuore per il commento.
      Avete fatto benissimo a scegliere Torino tra le proposte dello Smartbox, è davvero splendida e sono sicura che la apprezzerai ancora di più di allora!
      Un bacione

  2. Ho letto pochissimi post su questa città, che non ho mai visto e mi incuriosisce, e questo è di sicuro quello più completo 🙂

    • Grazie mille di cuore! Ti auguro di visitarla presto perché è bellissima! 🙂

  3. Post molto utile, sto cercando di organizzarmi per un weekend a Torino e mi hai dato spunti interessanti.

    • Ciao Michela, grazie di cuore e grazie per essere passata! Ti auguro buon viaggio per il tuo weekend a Torino 🙂

  4. Buongiorno,
    Desidero ringraziarLa infinitamente per aver citato sul suo blog
    il mio albergo.
    Grazie davvero di cuore
    Buon tutto a presto
    Emanuele Cangelosi

    • Buongiorno Emanuele,
      la ringrazio tanto per il commento. Per me è stato un piacere soggiornare nel suo bellissimo albergo! 🙂
      Nicole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *