Visit Homepage
Skip to content

Visitare Vicenza, itinerario a piedi: cosa vedere in un giorno

Vicenza è una città molto elegante ed affascinante: nel 1994 è stata inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, grazie al contributo dell’architetto Andrea Palladio. Desideravo visitare Vicenza da moltissimo tempo e, finalmente, la scorsa primavera sono riuscita a dedicare due giorni a questa meravigliosa città veneta.

Nell’articolo precedente riguardante Vicenza ho scritto tutte le informazioni e i consigli utili per visitarla, da come arrivare a come muoversi in città, da dove mangiare tipico e dove dormire fino a come risparmiare su attrazioni e musei (se lo hai perso clicca qui per leggerlo).

In questo post, invece, ti parlerò di cosa fare e cosa vedere se hai un solo giorno a disposizione per visitare il centro di Vicenza. Sei pronto? Partiamo.

 

COSA VEDERE A VICENZA: I GIARDINI SALVI E LA LOGGIA VALMARANA

I Giardini Salvi sono il punto di partenza ideale per un itinerario alla scoperta della città: aprono prima dei musei e si trovano vicino ad una fermata dell’autobus e a 500 metri dalla stazione ferroviaria.

Giardini Salvi Vicenza

I Giardini Salvi custodiscono al loro interno la bellissima Loggia Valmarana, probabilmente progettata da un allievo di Andrea Palladio (se non dall’architetto stesso) nel 1592 e inserita nella lista dei siti UNESCO. Al di sotto di essa scorre la Seriola, la quale rende ancora più suggestiva l’atmosfera.

Giardini Salvi Loggia Valmarana Vicenza

In questo parco è presente anche un’altra loggia con uno stile simile, ma realizzata da Baldassarre Longhena nel 1649.

I Giardini Salvi si trovano in Corso Santi Felice e Fortunato, 4. Sono aperti tutti i giorni dalle 7.30 alle 21 da maggio a settembre e dalle 7.30 alle 20 da ottobre ad aprile. Ingresso gratuito.

Una volta uscito dal parco gira a destra e prosegui dritto fino ad imboccare Corso Palladio. All’altezza di Via Antonio Fogazzaro svolta a sinistra: ad un certo punto ti troverai in Piazza San Lorenzo, dove potrai visitare l’omonimo tempio.

 

COSA VEDERE A VICENZA: IL TEMPIO DI SAN LORENZO

Il Tempio di San Lorenzo fu costruito a partire dal 1280. In stile gotico, è caratterizzato dall’imponente portale risalente al XIV secolo progettato dall’architetto Andriolo De Santi.

Tempio di San Lorenzo Vicenza

Molto suggestivo è il chiostro quattrocentesco in stile rinascimentale.

Tempio di San Lorenzo Vicenza

Il Tempio di San Lorenzo si trova in Piazza San Lorenzo, 4 ed è aperto tutti i giorni dalle 7 alle 12 e dalle 15.30 alle 19. Ingresso gratuito.

Uscito dal Tempio di San Lorenzo ti consiglio di tornare su Corso Palladio e percorrerlo interamente, in quanto è ricco di splendidi palazzi, molti dei quali fanno parte della lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Una volta arrivato in Piazza Matteotti ti consiglio di entrare all’ufficio informazioni e accoglienza turistica e di acquistare il biglietto unico per i musei, in quanto ti permette di risparmiare moltissimo rispetto alle singole entrare nei luoghi di interesse. Se sei interessato a questo argomento, clicca qui per leggere l’articolo che ho scritto a riguardo.

 

COSA VEDERE A VICENZA: IL TEATRO OLIMPICO

Il Teatro Olimpico mi ha lasciata veramente senza fiato, è uno spettacolo di rara bellezza. Progettato dal Palladio, che purtroppo morì prima di vederlo terminato, è il teatro coperto in muratura più antico del mondo.

Teatro Olimpico Vicenza

Teatro Olimpico Vicenza

Inaugurato il 3 marzo 1585 e ispirato ai teatri greci e romani dell’antichità, è entrato a far parte della lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Teatro Olimpico Vicenza

Esso è decorato al suo interno con novantacinque statue, rappresentanti personaggi mitologici o legati all’Accademia Olimpica.

Teatro Olimpico Vicenza

Questa opera da sola meriterebbe la visita a Vicenza perché credimi, è davvero meravigliosa. Non riesco ad esprimere a parole l’emozione che ho provato nel vederla.

Il Teatro Olimpico si trova in Piazza Matteotti, 11 ed è aperto da martedì a domenica da settembre a giugno dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso 16.45) e in luglio e agosto dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso 17.45) ed è sempre chiuso il lunedì. Il biglietto intero costa 11 euro, ridotto 8 euro ed è gratuito per i minori di 18 anni. Ingresso gratuito per i possessori del biglietto unico. Non è presente la biglietteria, per l’acquisto dei ticket (o del biglietto unico) occorre andare nell’ufficio informazioni turistiche che si trova sulla destra del Teatro Olimpico. È possibile scattare fotografie senza flash. Per maggiori informazioni visita il sito dedicato.

 

COSA VEDERE A VICENZA: IL MUSEO CIVICO – PINACOTECA DI PALAZZO CHIERICATI

Nella stessa piazza del Teatro Olimpico si può notare il meraviglioso Palazzo Chiericati. La sua costruzione fu iniziata nel 1550 dal Palladio e anch’esso fa parte della lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Palazzo Chiericati Vicenza

Palazzo Chiericati Vicenza

Dal 1855 ospita il Museo Civico di Vicenza, una delle maggiori raccolte del Veneto, contenente opere del Cinquento. Di particolare rilievo troviamo Tiepolo, Paolo Veronese, Bartolomeo Montagna, Giovanni Buonconsiglio e molti altri artisti.

Palazzo Chiericati Vicenza

Palazzo Chiericati Vicenza

Il Museo Civico di Palazzo Chiericati si trova in Piazza Matteotti, 37/39 ed è aperto da martedì a domenica (chiuso il lunedì). Gli orari di apertura sono i seguenti: da settembre a giugno dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso 16.30) e a luglio e agosto dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso 17.30). Ogni terzo venerdì del mese apertura serale dalle 20 alle 24. I prezzi del biglietto sono: intero 7 euro, ridotto 5 euro, gratuito per i minori di 18 anni e gratuito per tutti la prima domenica del mese. Ingresso gratuito con il biglietto unico dei musei. Nel museo non è presente la biglietteria, occorre recarsi nel vicino ufficio informazioni e accoglienza turistica. Per maggiori informazioni visita il sito dedicato.

Una volta terminata la visita al museo, ti consiglio di tornare su Corso Palladio e poi svoltare a destra per Contrà Santa Corona, una via piena di bellezze da scoprire: prima la Chiesa di Santa Corona, subito dopo il Museo Naturalistico-Archeologico ed infine, sulla sinistra, le Gallerie d’Italia.

 

COSA VEDERE A VICENZA: LA CHIESA DI SANTA CORONA

La Chiesa di Santa Corona, di fondazione domenicana, custodisce al suo interno innumerevoli tesori: “Il Battesimo di Cristo” di Giovanni Bellini, la Cappella Valmarana del Palladio (Patrimonio Mondiale dell’UNESCO) e opere di Paolo Veronese, Giovanni Battista Pittoni e Bartolomeo Montagna.

Chiesa di Santa Corona Vicenza

Chiesa di Santa Corona Vicenza

Fondata nel 1270, ha ospitato le spoglie di Andrea Palladio dal 1580 a metà del 1800, quando furono trasferite al Cimitero Maggiore della città.

La Chiesa di Santa Corona si trova in Contrà Santa Corona, 2 ed è aperta dal martedì alla domenica (lunedì chiusa). Gli orari di apertura sono i seguenti: da settembre a giugno dalle 9 alle 17 (ultimo ingesso alle ore 16.30) mentre in luglio e agosto dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso alle ore 17.30). I prezzi del biglietto sono: 3 euro intero, 2 euro ridotto, gratuito con il biglietto unico dei musei. Non è presente la biglietteria, occorre recarsi all’ufficio informazioni e accoglienza turistica per acquistare il proprio ticket. È possibile scattare fotografie. Per maggiori informazioni visita il sito dedicato.

 

COSA VEDERE A VICENZA: IL MUSEO NATURALISTICO-ARCHEOLOGICO

Il Museo Naturalistico-Archeologico di Vicenza ha sede nei chiostri della Chiesa di Santa Corona. Nella sezione naturalistica vengono illustrati principalmente gli ambienti dei Colli Berici, in particolar modo le rocce, la flora e la fauna. Nella sezione archeologica, invece, sono esposti alcuni ritrovamenti nel territorio vicentino dal Paleolitico all’età longobarda.

Museo Naturalistico Archeologico Vicenza

Museo Naturalistico Archeologico Vicenza

Uno dei reperti che ho apprezzato di più all’interno del museo è il mosaico proveniente da una dimora nobile del IV-V secolo d.C., situato al pian terreno.

Museo Naturalistico Archeologico Vicenza

Il Museo Naturalistico-Archeologico si trova in Contrà Santa Corona, 4 ed è aperto dal martedì alla domenica (chiuso il lunedì). Gli orari di apertura sono: da settembre a giugno dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso 16.30), giugno e luglio dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso 17.30). I prezzi dei biglietti sono: intero 3,50 euro, ridotto 2,50 euro, gratuito per i minori di 18 anni e gratuito per tutti la prima domenica del mese. Ingresso gratuito con il biglietto unico dei musei. Non è sede di biglietteria, occorre recarsi all’ufficio informazioni e accoglienza turistica per acquistare il ticket. È possibile scattare fotografie. Per maggiori informazioni visita il sito dedicato.

 

COSA VEDERE A VICENZA: LE GALLERIE D’ITALIA DI PALAZZO LEONI MONTANARI

Le Gallerie d’Italia di Vicenza sono ospitate all’interno del prestigioso Palazzo Leoni Montanari, edificato a partire dal 1678. Io mi sono innamorata di questo edificio, delle sue decorazioni e dell’elegante atmosfera che si respira tra le sue sale e i suoi corridoi.

Gallerie d'Italia Vicenza

Al suo interno sono esposte tre collezioni permanenti apparenti alla Banca Intesa Sanpaolo: ceramiche greche e pittura del Seicento veneto al piano nobile, icone russe al piano alto.

Gallerie d'Italia Vicenza

Gallerie d'Italia Vicenza

Le Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari si trovano in Contrà Santa Corona, 25 e sono aperte dal martedì alla domenica dalle 9 alle 18 (ultimo ingresso alle 17.30), chiuse il lunedì. I prezzi del biglietto sono: intero 5 euro, ridotto 3 euro, gratuito per i minori di 18 anni e per tutti la prima domenica del mese. Ingresso gratuito per i possessori del biglietto unico dei musei. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Dopo tutte queste visite c’è bisogno di un po’ di relax! Una volta uscito da Palazzo Leoni Montanari svolta a sinistra in Contrada Apolloni, poi gira a destra in Contrà Pusterla (da non confondere con Contrà Motton Pusterla che è leggermente prima), attraversa il ponte e poi svolta nuovamente a destra in Contrà delle Chioare (che poi diventa Viale Mariano Rumor): sulla sinistra noterai il Parco Querini, utilissimo per trascorrere qualche momento di relax.

 

COSA VEDERE A VICENZA: IL PARCO QUERINI

Il Parco Quercini è il principale polmone verde di Vicenza, molto frequentato dagli abitanti: c’è chi fa jogging e chi riposa su una panchina, e poi ci sono le mamme con i loro bimbi che si siedono sul prato per fare merenda. Una tappa qui è l’ideale per rilassarsi un po’ dopo le visite ai musei.

Parco Querini Vicenza

Io sono rimasta incantata dal tempietto neoclassico, costruito nel 1820 da Antonio Piovene, oggi circondato da un piccolo stagno con tanti animaletti.

Parco Querini Vicenza

Parco Querini Vicenza

Il Parco Querini ha diversi ingressi: Viale Rumor, Contrà Chioare e Viale Rodolfi. È aperto tutti i giorni da novembre a febbraio dalle 8 alle 17, in marzo dalle 8 alle 19, in aprile dalle 7 alle 20, in maggio, giugno, luglio e nella prima metà di agosto dalle 7 alle 21, nella seconda metà di agosto e nella prima metà di settembre dalle 7 alle 20, nella seconda metà di settembre e nella prima metà di ottobre dalle 8 alle 19 e nella seconda metà di ottobre dalle 8 alle 18. L’ingresso è gratuito. Per maggiori informazioni visita il sito dedicato.

Una volta rigenerato è ora di tornare in centro, c’è ancora molto da vedere! Prendi la stessa strada di prima, ma anziché girare a sinistra per tornare a Palazzo Leoni Montanari prosegui dritto per Contrà Porti. In fondo alla via, sulla sinistra, troverai il Palladio Museum.

 

COSA VEDERE A VICENZA: IL PALLADIO MUSEUM

Il Palladio Museum è ospitato all’interno dell’elegante Palazzo Barbarano, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Questo non è un museo, ma un magnifico viaggio tra la vita e le opere di Andrea Palladio.

Si inizia dai modellini delle sue creazioni, dalla Rotonda alla Basilica Palladiana, fino ad arrivare ai vari ritratti dell’architetto, per cercare di capire quali siano stati i suoi veri lineamenti, dato che le raffigurazioni sono molto diverse tra loro.

Palladio Museum Vicenza

Palladio Museum Vicenza

Il Palladio Museum si trova in Contrà Porti, 11 ed è aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30). Il biglietto costa 8 euro intero, 6 euro ridotto, 12 euro per le famiglie (due adulti e da uno a quattro minori di 18 anni) ed è gratuito per i bambini fino a sei anni. Ingresso gratuito con il biglietto unico dei musei. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Una volta terminata la visita gira a destra per tornare su Corso Palladio, svolta a sinistra su Via Cesare Battisti, gira a destra su Contrà Lampertico Fedele e ti ritroverai in Piazza Duomo, dove potrai visitare la Cattedrale di Santa Maria Annunciata e il Museo Diocesano.

 

COSA VEDERE A VICENZA: LA CATTEDRALE DI SANTA MARIA ANNUNCIATA (DUOMO)

La Cattedrale di Santa Maria Annunciata, principale luogo di culto di Vicenza, fu eretta nel XIII secolo. Nel corso del tempo fu ricostruita varie volte, ed oggi presenta uno stile tardo gotico.

La cupola e probabilmente anche la Cappella Alberico e il portone d’ingresso sul lato nord sono stati progettati dal Palladio.

Duomo di Vicenza

La Cattedrale di Santa Maria Assunta si trova in Piazza del Duomo. È aperta dal lunedì al sabato dalle 10.30 alle 11.45 e dalle 15.30 alle 18.00, mentre la domenica è aperta dalle 15.30 alle 17.15 e dalle 18.00 alle 19.15. L’ingresso è gratuito. Non è possibile scattare foto all’interno.

Nel terreno dove oggi si trova la Cattedrale c’era, un tempo, un’abitazione privata. Ho trovato molto interessante la visita dell’area archeologica sottostante, in quanto è possibile vedere i resti delle varie costruzioni che si sono susseguite nel corso dei secoli. Noi abbiamo prenotato la nostra visita presso il Museo Diocesano, siamo stati accompagnati da uno studente in stage molto preparato ed abbiamo pagato 3,50 euro a persona. Ti consiglio davvero questa esperienza. Per maggiori informazioni riguardanti l’area archeologica della Cattedrale clicca qui.

Duomo di Vicenza area archeologica

 

COSA VEDERE A VICENZA: IL MUSEO DIOCESANO

Il Museo Diocesano, allestito all’interno del Palazzo Vescovile, custodisce testimonianze del cristianesimo antico (opere di pittura, scultura e oreficeria). Esso racconta la storia della chiesa vicentina in 11 sale: si parte dai reperti archeologici paleocristiani di età romana, in seguito si passa agli oggetti e paramenti sacri provenienti dalla Cattedrale, poi all’arte sacra dal Quattrocento al Settecento ed infine si conclude con l’oreficeria.

Il Museo Diocesano si trova in Piazza Duomo, 12 ed è aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. Il prezzo del biglietto è di 5 euro intero, 3,50 euro ridotto, 7 euro per le famiglie fino a cinque componenti ed è gratuito per i ragazzi fino a dodici anni. L’ingresso è gratuito per i possessori del biglietto unico dei musei. Non è possibile scattare fotografie all’interno. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Nei pressi del Museo Diocesano si trova anche il Criptoportico Romano (Piazza Duomo, 6), che purtroppo noi non siamo riusciti a vedere in quanto, per i visitatori individuali, è aperto solo il sabato dalle 15 alle 17 e la domenica dalle 10 alle 12 (con l’ora legale sabato 15-18 e domenica 9-12) mentre noi abbiamo visitato la città durante la settimana. L’ingresso è a offerta libera.

Ora imbocca Contrà Sant’Antonio, prosegui dritto per Contrà Giampietro De’ Preti, gira a sinistra per Contra’ Pescaria e ti troverai in Piazza delle Erbe, alle spalle della Basilica Palladiana. Ti consiglio di fare un giro attorno a questo monumento per vederla di fronte. Nella parte davanti, in Piazza dei Signori, si trova anche la Loggia del Capitanato, anch’essa progettata da Palladio e Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Loggia del Capitanato Vicenza

 

COSA VEDERE A VICENZA: LA BASILICA PALLADIANA

La Basilica Palladiana svetta maestosa ed elegante in Piazza dei Signori: la prima volta che l’ho vista mi ha rapito gli occhi e il cuore. È di una bellezza che lascia senza parole, con la copertura verde acqua che fa da contrasto al bianco delle pareti e delle colonne. Iscritta alla lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, nel 1546 Palladio ne ha progettato le logge che hanno fatto da rivestimento al più antico Palazzo della Ragione.

Basilica Palladiana Vicenza

Al pian terreno si trovano alcuni negozi di oreficeria e il Museo del Gioiello (che noi non abbiamo visitato), mentre salendo lungo la quattrocentesca scala marmorea si arriva al Salone lungo 52 metri ed alto 25, visibile solo in occasione di mostre ed eventi.

Basilica Palladiana Vicenza

Sopra i loggiati, invece, si trovano le 23 statue, visibili dal bar La Terrazza della Basilica.

Basilica Palladiana Vicenza

Se come me visiti Vicenza in primavera o estate, ti consiglio di salire fino in cima ed ammirare il panorama che si vede sporgendosi da questo meraviglioso balcone. Noi siamo saliti al tramonto e ci siamo rilassati sorseggiando un aperitivo comodamente seduti ad un tavolino. Da un lato ci si affaccia sulla Piazza dei Signori, mentre da quello opposto si può scrutare in lontananza il Santuario della Madonna di Monte Berico.

Basilica Palladiana Vicenza

La Basilica Palladiana è aperta in primavera ed estate (circa 25 marzo-23 settembre). Per maggiori informazioni visita il sito dedicato.

A fianco della Basilica Palladiana si può notare, con i suoi 82 metri di altezza, la Torre Bissara.

Ora prendi Contra’ della Catena, gira a destra su Contra’ Gazzelle e poi leggermente a destra su Contra’ San Paolo: guardando alla tua sinistra vedrai il Ponte di San Michele.

 

COSA VEDERE A VICENZA: IL PONTE DI SAN MICHELE

Questo è uno degli angoli più romantici e suggestivi di Vicenza. Il Ponte di San Michele fu costruito tra il 1621 e il 1623: sotto di esso scorre il fiume Retrone.

Ponte San Michele Vicenza

Ponte San Michele Vicenza

Personalmente ho trovato interessante sia passeggiare sul ponte stesso, scattando fotografie alle coloratissime casette ai lati del corso d’acqua, che recarmi sul Ponte di San Paolo, per immortalare il Ponte di  San Michele nella sua totalità.

Ponte San Michele Vicenza

Per raggiungere Ponte di San Paolo ti basterà percorrere Contra’ San Paolo, che collega i due ponti.

Il nostro itinerario a piedi di un giorno nel centro di Vicenza termina qui, di seguito ti lascio una mappa con tutti i luoghi di interesse che ho citato nel corso dell’articolo (compresi i ristoranti dove ho mangiato, l’hotel dove ho soggiornato e l’ufficio informazioni e accoglienza turistica dove acquistare i biglietti): per regolare lo zoom clicca + e -, per visualizzare il nome dei luoghi di interesse clicca sul simbolo in alto a sinistra.

 

INFORMAZIONI UTILI E SUGGERIMENTI

  • L’itinerario è consigliato per i giorni diversi dal lunedì, in quanto la maggior parte delle attrazioni sono chiuse.
  • Le biglietterie dove acquistare il ticket per i musei (sia il biglietto unico che i biglietti singoli) sono: l’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica di Piazza Matteotti 12, il Palladio Museum, le Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari e il Museo Diocesano. Tutti gli altri musei compresi nel circuito non sono dotati di biglietteria.
  • Se hai bisogno di una mappa di Vicenza clicca qui, per scaricare un utilissimo file con tutte gli indirizzi, gli orari di apertura e i prezzi dei monumenti clicca qui.
  • I ristoranti dove ho mangiato sono Il Ceppo (Corso Palladio, 196) per pranzo e Al Pestello (Contra’ Santo Stefano, 3) per cena. Ho soggiornato al Vicenza Tiepolo Hotel. Per maggiori informazioni leggi il post che ho scritto a riguardo.
  • La lunghezza dell’itinerario, partendo dai Giardini Salvi e arrivando al Ponte di San Michele è di circa cinque chilometri, quindi ideale per una giornata intera. Ti consiglio di cominciarlo abbastanza presto la mattina in modo da riuscire a visitare tutte le attrazioni e sfruttare la possibilità di visitare la mattina ciò che è già aperto e la sera ciò che chiude più tardi o non chiude (ho strutturato l’itinerario proprio con questa logica).

 

Ti va di venire a Vicenza con me? Guarda il video qui sotto!

 

Spero di esserti stata utile e di averti dato uno spunto per organizzare un weekend in una città italiana che merita davvero molto! Se hai bisogno di ulteriori informazioni o approfondimenti non esitare a lasciare un commento qui sotto o a contattarmi!

 

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

2 Comments

  1. Eli Eli

    Ciao Nicole, volevo ringraziarti per il tuo diario di viaggio. Sono stata a Vicenza sabato, l’ho visitata in un giorno ed i tuoi consigli ed il tuo percorso mi sono stati davvero utili.
    Grazie100!

    • Ciao Eli,
      grazie mille per il commento, sono davvero felice che l’articolo ti sia stato utile!
      Buona giornata
      Nicole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *