Visit Homepage
Skip to content

Stoccolma, informazioni e consigli per organizzare un viaggio nella capitale della Svezia

Stoccolma, la capitale svedese, mi ha davvero rapito il cuore. Sarà che ho festeggiato qui il mio primo quarto di secolo. Sarà che abbiamo avuto la fortuna di visitarla con quattro giorni di sole nonostante fosse metà ottobre e le temperature ci hanno permesso di godercela a pieno. Stoccolma, secondo me, è semplicemente meravigliosa: immergendosi nella sua atmosfera magica sembra di essere catapultati all’interno di una fiaba.

Stoccolma

Ho adorato passeggiare tra le sue strade e ammirare le casette colorate e gli eleganti palazzi affacciati sui canali e sul mare, passare da un’isoletta all’altra utilizzando i ponti e i traghetti (perché sì, Stoccolma è formata da 14 isole), gustare i prodotti tipici e sentire il profumo della cannella provenire dalle pasticcerie e dai forni della città.

Come tutte le città nordeuropee ha, purtroppo, il grande difetto di essere molto cara. Di seguito ti racconterò tutte le informazioni utili e i consigli che avrei voluto sapere io prima di partire e ti elencherò tutti i costi che ho sostenuto durante il mio viaggio, in modo che tu possa farti un’idea della spesa necessaria per visitare la città.

Nello specifico, parlerò di:

  • Come arrivare a Stoccolma dall’Italia
  • Come raggiungere il centro di Stoccolma dall’aeroporto di Skavsta
  • Come muoversi a Stoccolma: metro, tram, autobus e traghetti
  • La corona svedese: come pagare a Stoccolma
  • Una carta turistica per risparmiare sulle attrazioni
  • Dove dormire a Stoccolma
  • Qualche altra informazione pratica

 

COME ARRIVARE A STOCCOLMA DALL’ITALIA

Il mezzo di trasporto più comodo per raggiungere Stoccolma è l’aereo: la città dispone di quattro aeroporti ovvero Bromma (distante 7 km), Arlanda (distante 40 km), Skavsta (distante 100 km) e Västerås (distante 110 km).

Gli aeroporti che operano collegamenti diretti con l’Italia sono quello di Arlanda (con Easyjet, SAS e Norvegian) e Skavsta (con Ryanair).

Come arrivare a Stoccolma

Come arrivare a Stoccolma

Ti consiglio di monitorare i voli utilizzando Skyscanner, in modo da cercare di risparmiare il più possibile, e poi di prenotare tramite il sito ufficiale della compagnia aerea che hai scelto.

Io ho prenotato circa un mese prima e ho speso 15 euro a persona all’andata (per la tratta Venezia Marco Polo-Stoccolma Skavsta) e 10 euro a persona al ritorno (per la tratta Stoccolma Skavsta-Treviso Canova), per un totale di 25 euro a persona a/r con Ryanair.

 

COME RAGGIUNGERE IL CENTRO DI STOCCOLMA DALL’AEROPORTO DI SKAVSTA

Per raggiungere il centro di Stoccolma dall’aeroporto di Skavsta ti consiglio di utilizzare il bus della compagnia Flygbussarna, che parte dopo ogni atterraggio (ovviamente lasciando il tempo ai passeggeri di scendere e ritirare i bagagli).

Come arrivare a Stoccolma

Io ti suggerisco di prenotarlo online (come ho fatto io) tramite il sito ufficiale, acquistando il biglietto adult return (ovvero andata e ritorno) al prezzo di 278 SEK a persona (circa 30 euro). Il biglietto vale per qualsiasi bus della linea Skavsta-Stoccolma e ritorno e scade dopo 3 mesi dall’acquisto.

Il tempo di percorrenza è di 80 minuti (il bus è dotato di Wi-Fi e toilette).

Quando dovrai rientrare a casa, il bus dal centro di Stoccolma per l’aeroporto si prende dal Cityterminalen (nei pressi della stazione ferroviaria): devi entrare all’interno della struttura e leggere da quale gate partirà il bus Flygbussarna diretto a Skavsta (quando ci siamo stati noi era il gate 5). Se come noi avrai già fatto il biglietto da casa, basta mettersi in fila e aspettare il proprio turno.

 

COME PAGARE A STOCCOLMA: LA CORONA SVEDESE

La Svezia è entrata a far parte dell’Unione Europea nel 1995, ma ha deciso di mantenere la sua moneta nazionale, la Corona Svedese (krona al singolare, kronor al plurale; il centesimo si chiama öre sia al singolare che al plurale), e di non entrare a far parte della moneta unica europea. Il suo simbolo è SEK.

Ad oggi (novembre 2017) 1 euro equivale a 9,72 SEK.

Quando si è in viaggio a Stoccolma, per convertire velocemente un prezzo in euro e farsi un’idea del costo di un prodotto, basta dividere per 10 il prezzo in corone svedesi (ad esempio 200 corone svedesi sono circa 20 euro, 200/10=20). La conversione ovviamente non sarà perfetta, ma si avvicinerà molto a quella reale.

Durante il mio soggiorno a Stoccolma penso di aver incontrato due (massimo tre) uffici per il cambio della valuta in tutta la città. Non ho mai (e dico mai!) visto dal vivo una banconota o una moneta e non ho mai visto qualcuno pagare in contanti. Qui si paga tutto con la carta di credito, dal caffè al biglietto della metro, e in alcuni luoghi i contanti non vengono proprio accettati (ad esempio in molti musei).

Il mio consiglio è, quindi, di partire con carta di credito e bancomat (ti suggerisco di averne sempre almeno due, nel caso una dovesse avere dei problemi almeno si ha quella di scorta) e di utilizzare solo ed esclusivamente quelle. Prima di partire controlla i massimali, devono essere abbastanza elevati per sostenere i costi dell’intero viaggio, in modo da non avere spiacevoli sorprese una volta in loco.

Richiedi sempre la ricevuta di pagamento, gli svedesi non sono abituati a conservarla e gli operatori di ristoranti e negozi la cestinano quasi in automatico.

Per quanto riguarda le mance, nei ristoranti il servizio è già compreso nel prezzo, quindi non sono obbligatorie. Tuttavia ti capiterà, durante il pagamento con carta di credito o bancomat, di dover inserire nuovamente l’importo dovuto prima del codice pin (nel caso tu voglia lasciare una mancia puoi digitare un importo superiore, altrimenti riscrivi tale e quale l’importo dovuto). A me è capitata questa procedura solo 2-3 volte, non in tutti i ristoranti in cui sono stata.

 

COME MUOVERSI A STOCCOLMA: METRO, TRAM, AUTOBUS E TRAGHETTI

Stoccolma è una città che può essere facilmente visitata a piedi anche se, per raggiungere alcuni punti, è necessario fare una tratta con i mezzi pubblici.

Come muoversi a Stoccolma

La metropolitana di Stoccolma, Tunnelbana in svedese, è una vera e propria galleria d’arte sotterranea. Ci sono in totale cinque linee di metro indicate da tre colori: la linea 10 e la linea 11 sono blu, la linea 13 e la linea 14 sono rosse, le linee 18, 19 e 20 sono verdi. Fai attenzione al nome del capolinea per prendere quella giusta, in quanto le metro dello stesso colore viaggiano sui medesimi binari.

Radhuset Tunnelbana Stoccolma

Kungstradgardens Tunnelbana Stoccolma

Solna Centrum Tunnelbana Stoccolma

Metropolitana Stoccolma

Per quanto riguarda i tram, invece, ci sono tredici linee: io ho utilizzato solo la numero 7 grigia per recarmi all’isola dei musei Djurgården.

Se ti interessa avere una mappa della metropolitana e dei tram di Stoccolma, puoi scaricarla qui (io ti consiglio di portarla con te, in quanto ti può essere davvero utile).

Gli autobus coprono le tratte verso la periferia della città e i dintorni. Puoi vedere le mappe di tutte le linee di autobus qui. Io li ho utilizzati solo per arrivare al Castello di Drottningholm (linea 177).

Infine, ma non per importanza, ci sono i traghetti che uniscono tra di loro le isolette nelle tratte in cui mancano i ponti a collegarle. In particolare, io ho utilizzato la linea 82 (attiva anche in inverno) che collega Slussen e Djurgården via Skeppsholmen.

Traghetto Stoccolma

Per usufruire di tutti questi mezzi di trasporto pubblico esistono gli abbonamenti giornalieri della SL, che possono essere acquistati negli appositi SL center collocati nelle stazioni della metro T-Centralen, Slussen, Gullmarsplan, Fridhemsplan e Tekniska Högskolan:

  • 24 ore: 12o SEK (ridotto under 20 o over 65 80 SEK)
  • 72 ore: 240 SEK (ridotto under 20 o over 65 160 SEK)

I bambini con età inferiore a 7 anni possono viaggiare gratuitamente accompagnati da un adulto. I biglietti singoli, della durata di 75 minuti, hanno un costo di 43 SEK (29 SEK ridotto) e possono essere acquistati nelle biglietterie automatiche, agli sportelli o tramite app.

Noi abbiamo deciso di acquistare un abbonamento giornaliero da 72 ore e ne siamo stati felici perché abbiamo potuto visitare le stazioni della metro nei ritagli di tempo, utilizzare i traghetti come gli abitanti della città e muoverci velocemente da una zona all’altra, sfruttando al massimo tutto il tempo a disposizione.

 

UNA CARTA TURISTICA PER RISPARMIARE A STOCCOLMA: STOCKHOLM PASS

Stoccolma è una città molto cara anche per quanto riguarda le attrazioni. Puoi risparmiare un po’ acquistando lo Stockholm Pass, una tessera turistica della durata di 24, 48, 72 o 120 ore che permette di entrare gratuitamente in circa 65 luoghi di interesse e di partecipare a diversi tour in barca senza costi aggiuntivi, oltre ad usufruire dei bus e dei traghetti (questi ultimi sono attivi solo nella stagione estiva) Hop On Hop Off e City Sightseeing Stockholm e a ricevere una guida cartacea per utilizzarlo al meglio.

Stockholm Pass

I prezzi dello Stockholm Pass sono:

  • 24 ore (595 SEK adulti, 298 SEK bambini da 6 a 15 anni)
  • 48 ore(795 SEK adulti, 398 SEK bambini da 6 a 15 anni)
  • 72 ore(995 SEK adulti, 598 SEK bambini da 6 a 15 anni)
  • 120 ore (1295 SEK adulti, 648 SEK bambini da 6 a 15 anni)

Ecco le attrazioni che ho visitato comprese nello Stockholm Pass (con i relativi costi), in modo che tu possa farti un’idea del risparmio effettivo:

  • Archipelago tour with guide (tour in barca dell’Arcipelago di Stoccolma): 280 SEK
  • Royal canal tour: 200 SEK
  • Museo Vasa: 130 SEK
  • Castello di Drottningholm: 130 SEK
  • Fotografiska: 135 SEK
  • Palazzo Reale: 160 SEK
  • Museo Nobel: 120 SEK
  • Riddarholmskyrkan: 50 SEK
  • Skansen (museo all’aperto): 180 SEK
  • Cattedrale (Storkyrkan): 60 SEK

Il prezzo totale sarebbe di 1445 SEK, quindi superiore rispetto a quello del pass. Per vedere l’elenco completo delle attrazioni comprese clicca qui.

È possibile acquistare lo Stockholm Pass online (anche abbinato alla Travel Card da 24 o 72 ore per i mezzi pubblici) oppure una volta giunto in città allo Stockholm Visitor Center (ufficio turistico della città) o nei punti vendita autorizzati.

Puoi decidere se acquistarla per l’intera durata del soggiorno o se acquistarla per un giorno in meno e riservare quest’ultimo alle attrazioni gratuite. I luoghi di interesse con ingresso libero che ho visitato io sono:

  • Museo Medievale
  • Museo delle Antichità del Mediterraneo e del vicino Oriente
  • Moderna Museet
  • Hallwyl Collection

Per avere l’elenco completo dei musei con ingresso gratuito clicca qui.

 

DOVE DORMIRE A STOCCOLMA: HOBO HOTEL

L’hotel è in assoluto la voce che inciderà di più sul tuo budget di viaggio. Non nego che inizialmente sono rimasta scioccata nella fase di ricerca di un posto dove pernottare, in quanto non riuscivo a capacitarmi di quanto fossero elevati i prezzi, non essendo mai stata così a nord in vita mia. Durante la scelta del numero delle notti da passare in città bisogna tenere conto del fatto che i luoghi di interesse sono aperti per poche ore al giorno (solitamente dalle 10-11 di mattina alle 16-17 di pomeriggio, ad eccezione di qualche museo che talvolta fa apertura serale) quindi, per riuscire a visitarne qualcuno, occorre rimanere almeno tre giorni pieni.

La nostra scelta è ricaduta sull’Hobo Hotel, un albergo a quattro stelle che ti consiglio vivamente, in quanto è davvero ottimo come rapporto qualità/prezzo e la posizione è centralissima, a dir poco eccezionale.

Hobo Hotel dove dormire Stoccolma

Aperto a marzo del 2017, è composto da 201 stanze divise in quattro categorie: Hobo Sleeper, Hobo Room, Hobo Superior (quella che avevamo noi) e Hobo Suite.

Hobo Hotel dove dormire Stoccolma

Hobo Hotel dove dormire Stoccolma

Hobo Hotel dove dormire Stoccolma

In una parete della camera sono appesi diversi oggetti che possono essere presi in prestito gratuitamente durante il soggiorno, come ombrelli, sacche di tela e libri. La trovo un’idea davvero carina.

Hobo Hotel dove dormire Stoccolma

Il bagno era pulitissimo e dotato di barattoli brandizzati con shampoo, balsamo e bagnoschiuma nella doccia e sapone e detergente vicino al lavandino. Tutti gli oggetti presenti nella stanza possono essere acquistati nello shop alla reception.

Hobo Hotel dove dormire Stoccolma

Nella sacca appesa alla porta del bagno era presente anche l’asciugacapelli.

Hobo Hotel dove dormire Stoccolma

Il pezzo forte, però, è stata sicuramente la doccia in formato XXL, ideale per rilassarsi dopo una giornata in giro per la città. Essa ha una parete semitrasparente che dà sulla stanza, quindi la consiglio solo se si ha confidenza con la persona con cui si condivide la camera.

Hobo Hotel dove dormire Stoccolma

Le prese elettriche, oltre ad avere i normali 2 fori di tipo C (quella dei caricatori), presentavano le entrate usb per poter ricaricare gli smartphone e tutti i dispositivi che lo permettono. Il Wi-Fi gratuito funzionava molto bene.

Ho veramente adorato questo hotel e la sua filosofia basata sull’attenzione all’ambiente. La camera viene riordinata e gli asciugamani cambiati solo se il cliente appende alla maniglia della porta di entrata il cartello “please make my room“, in modo da evitare gli sprechi il più possibile.

Nell’hotel è presente anche una palestra, che noi non abbiamo utilizzato.

Noi abbiamo pagato 5742 SEK (577,98 euro) in due per quattro notti solo pernottamento (prezzo della camera Hobo Sleeper). La colazione costava 165 SEK (quasi 17 euro) a persona, quindi abbiamo deciso di non acquistarla in hotel.

L’Hobo Hotel si trova in Brunkebergstorg, 4. Per maggiori informazioni e prenotazioni ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

 

QUALCHE ALTRA INFORMAZIONE PRATICA SU STOCCOLMA

  • Per i cittadini italiani il solo documento necessario per recarsi a Stoccolma è la carta di identità valida per l’espatrio (non è necessario il passaporto);
  • Per l’assistenza sanitaria pubblica, essendo parte dell’UE, basta portare la propria Tessera Sanitaria;
  • Dal 15 giugno 2017 il roaming dati è diventato gratuito in tutta l’UE: si può chiamare, mandare sms e navigare come se si fosse in Italia. A me non è stato addebitato alcun costo aggiuntivo per l’utilizzo di internet, tuttavia ti consiglio di controllare le condizioni del tuo operatore, in quanto potrebbero essere previste delle soglie oltre le quali è necessario pagare.
  • Le spine elettriche utilizzate sono quelle di tipo C (europee, ad esempio quella che troviamo comunemente nel caricatore dello smartphone con due contatti) e quelle di tipo F (tedesche) quindi non c’è bisogno degli adattatori che usiamo in Italia.
  • A Stoccolma si cena molto presto, alle 18/18.30, e alle 21.30/22 le cucine di molti ristoranti sono già chiuse. Per il pranzo invece non ho notato un orario standard.
  • A Stoccolma parlano tutti in inglese, anche le persone più anziane che abbiamo fermato per strada per chiedere indicazioni.
  • Il clima è ovviamente freddo ma, a parità di gradi, l’ho trovato molto meno fastidioso rispetto a quello emiliano.
  • Se decidi di partire per Stoccolma in inverno, tieni conto delle poche ore di luce: in dicembre il sole sorge alle 8.45 di mattina e tramonta alle 14.45. Al contrario, in estate ci sono pochissime ore di buio (ad esempio a luglio il sole sorge alle 3.45 e tramonta alle 22).
  • Come guida cartacea ho utilizzato la Stoccolma Pocket della Lonely Planet, al costo di 11,48 euro. Se devo essere sincera, mi trovo molto meglio con la versione “grande” ma purtroppo esiste solo della Svezia e non della singola città.
  • Stoccolma è una città pulitissima e io l’ho percepita come molto sicura, non mi sono mai sentita in pericolo.
  • Per maggiori informazioni sulla città visita il sito dell’ente turistico Visit Stockholm.

 

In sintesi, quanto costa un viaggio a Stoccolma? I prezzi si intendono per persona (viaggiando in due):

  • Volo a/r da Venezia a Skavsta e ritorno a Treviso: 25 euro
  • Bus dall’aeroporto Skavsta al centro di Stoccolma: 30 euro
  • Hotel quattro stelle per 4 notti in camera doppia con bagno privato: 289 euro
  • Stockholm Pass 72 ore (se decidi di prenderlo da 48 ore risparmierai circa 20 euro): 82 euro
  • Abbonamento trasporti 72 ore: 25 euro
  • 4 colazioni (una da Vete-Katten, una al Cafè Pascal, una da Chokladkoppen, una da Fabrique): 31,20 euro
  • 3 pranzi (uno da Tysta Mari, uno a bordo della M/S Ostana I, uno a base di street food da Nystekt Strömming): 43,40 euro
  • 3 cene (una da Meatballs-For the people, una da Bakfickan, una da Tradition): 74,50 euro

La spesa totale per un viaggio a Stoccolma come il mio è di 600 euro a persona tutto compreso.

Spero di esserti stata utile, se hai altre curiosità o desideri altre informazioni non esitare a lasciare un commento qui sotto o a contattarmi!

 

 

*Post in collaborazione con Visit Stockholm e Hotel Hobo*

 

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

 

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *